Westside Gunn – Who Made The Sunshine

Si va verso la fine di un’era. Ci pensate? Dopo anni trascorsi a inondare il mercato di uscite, potrebbe davvero essere l’ultima volta che ci ritroviamo su queste pagine a parlare di un nuovo disco (solista) di Westside Gunn. L’orizzonte da... Read more

Westside Gunn – Supreme Blientele (prossima uscita)

Era atteso da un po’, considerato che da “FLYGOD” a oggi sono trascorsi più di due anni intervallati solo da progetti collaborativi e mixtape e che era stato annunciato già a inizio anno, ma domani è il giorno di... Read more

Westside Gunn – Supreme Blientele

I fratelli Alvin Lamar Worthy e Demond Price, nativi di Buffalo, hanno firmato un contratto con la Shady Records di Eminem sedici mesi fa, a inizio marzo del 2017; chi scommetteva su un loro precipitoso tuffo negli ambienti che contano è stato... Read more

Westside Gunn – Pray For Paris

Devo farvi una confidenza: da un po’ di tempo a questa parte, ogni volta che mi accosto a una nuova uscita marchiata Griselda Records avverto un pizzico d’ansia, dubitando che la quantità e la qualità della loro proposta musicale possano... Read more

Westside Gunn – Hitler Wears Hermes 6

Un filo di narcisismo, sia esso manifesto o latente, tende generalmente a essere parte del corredo genetico di ogni rapper che si rispetti. E’ questione di natura. Il caso di Westside Gunn trascende però questa condizione, diventando... Read more

Westside Gunn – FLYGOD Is An Awesome GOD II

Vogliamo dire una cosa che nessuno sembra avere mai il coraggio di mettere nero su bianco (e che potrà sembrare in netta controtendenza con quanto ho sempre sostenuto in passato, ma non è così)? Quando si tratta di stringere nel pugno il... Read more

Westside Gunn – FLYGOD Is An Awesome GOD

O muori da eroe, o vivi tanto a lungo da diventare il cattivo. L’espressione – pronunciata in “The Dark Knight” di Christopher Nolan durante il primo incontro tra Harvey Dent e Bruce Wayne – è oramai parte del nostro lessico... Read more

Westside Gunn – FLYGOD

“FLYGOD” era lì che mi aspettava al varco da diversi mesi. Uscito a marzo e seguito già in estate dall’EP “There’s GOD And There’s FLYGOD, Praise Both”, ce ne occupiamo con un pizzico di ritardo ma in tempo per inserirlo tra gli ascolti... Read more

The Best Of 2019: l’opinione della redazione

BRA USA: a rischio déjà vu, mi quasi parafraso dicendo che di capolavori in senso stretto oramai non se ne ravvisa neppure l’ombra, ma di uscite valide/da recuperare ne conto in discreta misura. Ecco quindi l’appello: Blu e Oh No omaggiano... Read more

The Best Of 2018: l’opinione della redazione

BRA USA: nonostante di capolavori indiscutibili non ne abbia ascoltati, devo dire che è stato un anno movimentato da molte cosette valide; pertanto fanculo il podio e prendete nota col lapis – vado grosso modo in ordine d’uscita... Read more

The Best Of 2016: l’opinione della redazione

BRA USA: come da copione, il podio del mio best of è in ordine alfabetico…ma si esaurisce tutto nella lettera A! Con “We Got It From Here… Thank You 4 Your Service” gli A Tribe Called Quest mi hanno stupito, deliziato e... Read more

Termanology – More Politics

Termanology è senza dubbio un artista che merita tutto il rispetto guadagnato negli anni, tempo nel quale si è dato enormemente da fare sfornando un altissimo numero di progetti e partecipando a numerose collaborazioni senza mai far mancare... Read more

Statik Selektah – 8

Ebbene sì, l’ha fatto di nuovo! Statik Selektah ha impiegato quasi due anni – tanto è il tempo intercorso tra la pubblicazione di “Lucky 7” e l’annuncio della sua ultima fatica – per prendere coscienza della (attuale)... Read more

Royce Da 5’9” – The Allegory

<<You don’t wanna end up on my bad side/why don’t you let me project some of this good on you?>>. Cantando queste parole nel ritornello di “Do Ya Thang”, una delle tracce conclusive di “PRhyme... Read more