Vinnie Paz – The Cornerstone Of The Corner Store

Giunto alla sua quarta fatica da solista, Vinnie Paz ha saggiamente abbandonato gli eccessi allegorici di facciata, il cui stridio ha iniziato gradualmente a farsi sentire con la rudezza acquisita dal suo impianto lirico una volta completata... Read more

The RZA as Bobby Digital – In Stereo

Siamo nel 1998 e l’attesa per “The Cure” è alle stelle già da qualche anno. Ci si chiede come mai un produttore così attivo non abbia ancora trovato il tempo per pubblicare un album tutto suo; e RZA che fa? Rilascia un... Read more

The Best Of 2019: l’opinione della redazione

BRA USA: a rischio déjà vu, mi quasi parafraso dicendo che di capolavori in senso stretto oramai non se ne ravvisa neppure l’ombra, ma di uscite valide/da recuperare ne conto in discreta misura. Ecco quindi l’appello: Blu e Oh No omaggiano... Read more

Snowgoons – Goon Bap

C’era una volta questa figata pazzesca, il producer album, i cui prototipi rappresentavano un qualcosa di colossale e pressoché inedito che i nostri tempi tecnologicamente avanzati hanno mutato in una spesso noiosa consuetudine, nel... Read more

Slaine Vs. Termanology – Anti Hero

Quando ho cominciato a farmi notare Termanology si stava creando un nome. Lo vedevo come un avversario. Ecco come una dichiarazione rilasciata da Slaine – tratta dalle note promozionali di questo progetto – ci spiega parte del... Read more

Ras Kass – Soul On Ice 2

Ras Kass ha quarantasei anni, metà dei quali trascorsi (perlomeno sulla carta) a imbastire strofe in rima. E – possiamo tranquillamente sbilanciarci – a farlo anche piuttosto bene… Quel sulla carta, però, merita di essere... Read more

Ras Kass – Intellectual Property #SOI2

Poco meno di due anni fa mi ritrovai su queste stesse pagine a lodare “Blasphemy”, la resurrezione di Ras Kass, ripescato dal limbo della dimenticanza dalle taumaturgiche mani della Mello Music Group. Una seconda giovinezza (cit... Read more