Gang Starr – Daily Operation

Voto: 4,5

Divenuti nei primi stadi della loro carriera sinonimi di alfieri della fusione tra Rap e Jazz, Guru e Dj Premier danno seguito all’ottimo “Step In The Arena” sfornando un album nel quale i concetti di base rimangono gli stessi, legati alla voce standard del rapper e alla cura e ricerca dei suoni black più lontani e sconosciuti da parte del dj/produttore, confermando quella formula che negli anni ha consacrato i Gang Starr quali mostri sacri dell’Hip-Hop inteso nella sua forma più pura.

“Daily Operation” è un album brillante e per certi versi oscuro, come alcuni dei suoni scelti da Premier per fare da accompagnamento alle rime dal tono pacato ma dal significato pesante di Guru, che funge da perfetto contraltare alle sonorità sopra menzionate. Il disco è pieno di gemme, difficile dire quale prevalga rispetto alle altre: uno dei brani più significativi è senz’altro “Take It Personal”, che si sviluppa su un beat bello grasso e su tre note di pianoforte disposte in modo da far risultare il suono minaccioso, nonché sugli scratch di Preemo nel ritornello, creando l’atmosfera ideale per un Guru intento ad attaccare da più parti chi s’improvvisa rapper senza averne titolo.

Particolarmente felice anche “Flip The Script”, nella quale un organo minimale e un boom cha da manuale lasciano spazio a un chorus campionato da L.L. Cool J, maestosa “Soliloquy Of Chaos”, base celestiale e messaggio all’interno (<<did you come to see the show or to the stupid nigga playoffs? Killin’ you and killin’ me/this is soliloquy of chaos>>), mentre è tanto ispirata la posse cut “I’m The Man”, con Guru, Lil’ Dap e un giovanissimo Jeru The Damaja che sfornano una rima che spacca dopo l’altra, ma ognuno su un ritmo diverso, aggiustato e confezionato per ciascun rapper su misura con un contrabbasso da paura nella parte di Jeru.

Altri piccoli capolavori li possiamo trovare in “2 Deep” (<<For right now yo, my religion is rhymin’>>), ennesima base magistrale orchestrata da Premier, in “The Illest Brother”, con Guru ad insegnare come guadagnarsi il rispetto, e in “Hardcore Composer”, ennesima dimostrazione di stile del rapper di Boston che avverte: <<now I got you lookin’ stiff you numbskull/you’re a stand still faking that you’re hard with your rhymes/but you got no hand skills>>; per non dimenticare “Ex Girl To Next Girl”, “B.Y.S.” e “Take Two And Pass”, tutti classici che fungono da testimonianza del genio musicale di Premier, inimitabile compositore di beat e melodie dei tempi andati.

Uscito nel 1992, “Daily Operation” fu una delle migliori uscite dell’annata; oggi – nel 2006 – possiamo dire che si trattava di uno dei dischi Hip-Hop più belli di sempre, seguito due anni dopo dall’altrettanto indimenticabile “Hard To Hearn”.

Tracklist

Gang Starr – Daily Operation (Chrysalis Records 1992)

  1. Daily Operation (Intro)
  2. The Place Where We Dwell
  3. Flip The Script
  4. Ex Girl To Next Girl
  5. Soliloquy Of Chaos
  6. I’m The Man [Feat. Little Dap and Jeru “The Damaja”]
  7. 92 Interlude
  8. Take It Personal
  9. 2 Deep
  10. 24-7/365
  11. No Shame In My Game
  12. Conspiracy
  13. The Illest Brother
  14. Hardcore Composer
  15. B.Y.S.
  16. Much Too Much (Mack A Mil)
  17. Take Two And Pass
  18. Stay Tuned

Beatz

All tracks produced by Dj Premier and The Guru

Scratch

All scratches by Dj Premier

The following two tabs change content below.

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
IllBillSeptagram.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg