Killarmy – Silent Weapons For Quiet Wars

Voto: 4

Sei mc’s col pallino della guerra – ovvero i Killarmy! Beretta 9, Dom PaChino, 9th Prince, Killa Sin, ShoGun Assason ed Islord, con la benedizione di 4th Disciple alle produzioni (e di RZA alla produzione esecutiva), hanno dato vita a quello che viene considerato all’unanimità – o quasi – il miglior album di un gruppo affiliato al Wu-Tang Clan. Il discepolo prediletto di RZA, 4th Disciple, subito dopo aver avuto l’onore di spartirsi le produzioni di “Wu-Tang Forever” con il Maestro (siamo nel ’97) ha prodotto un disco intenso e unico nel suo genere, campionando esclusivamente dialoghi e musiche da film e videogame di guerra, abilmente mischiati a sample assurdi, dimostrando così una grande maturità artistica nell’intraprendere strade non ancora battute (prendete ad esempio “Blood For Blood”: dove sarà andato a pescare quel cantato femminile che si sente in sottofondo?!).

Da parte loro, i sei camouflage ninjas sono abilissimi ad applicare le strategie di guerra alla vita di strada, dal terrorismo allo spionaggio fino alla guerra aperta e distruttiva, mantenendo un ottimo flow in quasi tutte le tracce – seppur rimanendo a tratti impantanati nello stile militaresco delle rime e in qualche ritornello non proprio riuscito (“Under Siege”, “War Face”). “Silent Weapons For Quiet Wars” si apre con la traccia manifesto “Dress To Kill”, il cui ritornello non lascia spazio a equivoci (<<grap your army suits and your phat black boots/military gear and go up like troops>>), per uno dei pezzi migliori dell’album assieme al super singolo “Wu-Renegades” (grande 4th Disciple!) e a “Swinging Swords”, esempio lampante di come i Killarmy interpretino la filosofia del Clan sostituendo alle arti marziali l’arte della guerra. A dargli una mano al microfono troviamo Street Life in “Clash Of The Titans”, i Sunz Of Man in “Wake Up”, la hit più gettonata dell’album (prodotta da RZA, guarda un po’…), e – direttamente dai piani alti del Clan – Masta Killa nel pezzotto conclusivo “5 Stars”.

Come già detto, “S.W.F.Q.W.” si mantiene su ottimi livelli nella quasi totalità della tracklist, calando di tono solo in una manciata di episodi ma rimanendo a mio avviso un progetto unico nel suo genere e per questa ragione da aggiungere senza dubbio nella vostra collezione. Magari ci saranno dei giorni in cui non lo sopporterete affatto, ma ne troverete altri in cui sarà la miglior colonna sonora possibile. D’altronde i Killarmy non scherzano: <<it’s time to go to war niggas…word up!>>.

Tracklist

Killarmy – Silent Weapons For Quiet Wars (Wu-Tang Records 1997)

  1. Dress To Kill
  2. Clash Of The Titans [Feat. Street Life]
  3. Burning Season
  4. Blood For Blood
  5. Seems It Never Fails
  6. Universal Soldiers
  7. Love, Hell Or Right
  8. Wake Up [Feat. Hell Razah and Prodigal Sunn]
  9. Fair, Love & War
  10. Wu-Renegades
  11. Full Moon
  12. Under Siege
  13. Shelter
  14. Camouflage Ninjas
  15. Swinging Swords
  16. War Face
  17. 5 Stars [Feat. Masta Killa]

Beatz

All tracks produced by 4th Disciple except tracks #8 by The RZA and #16 by The RZA and co-produced by 4th Disciple

The following two tabs change content below.
Fuso

Fuso

Fuso

Ultimi post di Fuso (vedi tutti)

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
IllBillSeptagram.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg