Juggaknots – Use Your Confusion

Voto: 4

<<Here comes three soldiers…>>. I tre soldati annunciati minacciosamente nell’intro rispondono al nome di Breeze Brewin, Buddy Slim e Queen Herawin, due fratelli con tanto di sorellina minore al seguito che sul palcoscenico si fanno chiamare Juggaknots. La storia del gruppo sono sicuro la conosciate tutti perciò il riassunto sarà abbastanza stringato: nella seconda metà degli anni ’90 esce in vinile “Clear Blue Skies”, EP ristampato tempo dopo con diverse aggiunte, Brewin nel frattempo offre un gran contributo al monumentale “A Prince Among Thieves” e qualche singolo, magari con J-Treds e Company Flow, potreste rintracciarlo qua e là. Ma, a conti fatti, tolta qualche fugace collaborazione e un secondo EP promozionale non troppo noto (“The Love Deluxe Movement”), i Juggaknots sembravano letteralmente spariti nel nulla.

Il silenzio viene spezzato solo negli ultimi mesi del 2006, quando la simpatica famigliola torna in studio per riportare l’Hip-Hop al suo luogo d’origine: negli ultimi dieci anni l’underground ha subito notevoli cambiamenti e “Use Your Confusion” arriva in un periodo particolarmente ingarbugliato, ai Juggaknots la cosa non sembra però interessare più di tanto, le loro armi, sebbene lucidate a nuovo, sono le stesse di una volta e i colpi che vanno a segno sono decisamente potenti. “Use Your Confusion” non è un disco perfetto, è vero, ma nella maggior parte dei suoi passaggi i nostalgici potranno ritrovare le ceneri del millennio precedente, come in “Hey”, “New $$$” e nella posse cut “Crazy 8’s”, tutte e tre caratterizzate da suoni violenti e rime serratissime.

La produzione è affidata per lo più a Breeze, che rimoderna la dura essenzialità dei Juggaknots senza snaturarne il carattere ruvido e concreto, l’ingresso di melodie complessivamente più accessibili (“Namesake” e “Liar, Liar” ne sono un esempio) comporta una buona varietà di suoni, così come le partecipazioni di Dj Eli, B-Money, Oh No e J-Zone (“Crazy 8’s” è un macigno!) contribuiscono alla riuscita musicale di “Use Your Confusion”. Il legame col passato torna a farsi sentire nei featuring con Slick Rick, Sadat X (“30 Something” è probabilmente la traccia migliore del disco) e addirittura Nine, che a qualcuno magari non dirà nulla ma ad altri riporterà subito alla memoria “Nine Livez”; oltre a questi, troviamo Wordsworth, Castro e la squadriglia capitanata da J-Treds nell’orgia Rap che chiude il disco. Dal canto loro, Breeze Brewin e Queen Herawin si scambiano il microfono con assoluta naturalezza, il primo ha conservato lo smalto e l’attitudine di un tempo, la seconda (straordinaria in “Daddy’s Little Girl”) conferma quel talento che in parte aveva già dato prova di possedere.

Non c’è dubbio, quindi: i Juggaknots sono tornati!

Tracklist

Juggaknots – Use Your Confusion (Amalgam Entertainment 2006)

  1. Here Comes…
  2. Hey
  3. Namesake
  4. Leon Phelps
  5. Strip Joint
  6. Liar, Liar [Feat. Wordsworth]
  7. Use Your Confusion
  8. Smile [Feat. Castro]
  9. New $$$
  10. Vows [Feat. Slick Rick]
  11. Daddy’s Little Girl
  12. 30 Something [Feat. Sadat X]
  13. Movin’ The Chains
  14. Never [Feat. Nine]
  15. Crazy 8’s [Feat. J-Treds, Lil Sci, Pop, B-Slim, Big Tone, Che Logan, Wordsworth, Subconscious, Jax and Rob-O]

Beatz

  • Buddy Slim with the co-production by Dj Boo: 1
  • Breeze Brewin: 2, 4, 5, 8, 12, 13, 14
  • Dj Eli: 3
  • Breeze Brewin and Buddy Slim: 6
  • Buddy Slim: 7
  • B-Money: 9
  • Oh-No: 10, 11
  • J-Zone 15

Scratch

All scratches by Dj Boo except on track #3 by Dj Eli

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
IllBillSeptagram.jpg