Brother Ali – The Undisputed Truth

Voto: 4

Ali07500Ali Newman (in arte Brother Ali) è un rapper albino nato a Madison, nel Wisconsin, e cresciuto a Minneapolis (Minnesota), la sua seconda fatica solista esce per la Rhymesayers degli Atmosphere e suggella una fortunata collaborazione intrapresa tempo addietro con ANT, che produceva per intero anche “Shadows On The Sun”. “The Undisputed Truth” è il classico disco da seguire con una certa meticolosità (per cominciare procuratevi i testi), nello spazio di quindici tracce Brother Ali prova infatti a raccontare molteplici aspetti della sua vita, tratteggiando un tormento interiore ed una vulnerabilità di fondo che raramente emergono con tanta evidenza da un album di musica Hip-Hop.

Alla corposa presenza di fatti strettamente personali (in primis la separazione dalla moglie) seguono comunque episodi direttamente legati al mondo del Rap ed invettive di stampo politico, il che da un lato attenua il carattere liberatorio di “The Undisputed Truth”, dall’altro sottolinea un corredo lirico ricco di sfumature differenti. Altrettanto variegato l’operato di ANT, che sceglie un’impostazione decisamente tradizionale e grosso modo si tiene sul suo solito stile; le perle migliori a mio avviso sono “Pedigree” ed “Uncle Sam Goddamn”, ma bisogna segnalare anche il Reggae di “Truth Is” e “Freedom Ain’t Free” e il granitico ritorno al passato di “Listen Up”.

Scorrendo le quindici tracce a seconda degli argomenti trattati, abbiamo un primo grande blocco formato da “The Puzzle”, nella quale Ali descrive sé stesso ed accenna alla madre recentemente morta di cancro, “Daylight”, “Freedom Ain’t Free”, ovvero una sorta di progetto per ricostruire la propria vita attraverso la musica, “Here”, “Walking Away”, una vera e propria lettera indirizzata alla ex moglie, “Faheem”, che spiega al figlio alcune sue azioni nonché il divorzio, “Ear To Ear”, la cui promessa di essere felice e sorridere per la prima volta nella propria vita chiude in sostanza il lungo sfogo di “The Undisputed Truth”. L’atmosfera cambia invece in “Letter From The Government”, con espliciti riferimenti a Bush e alla guerra in Iraq, “Uncle Sam Goddamn” (<<only two generations away from the most despicable slavery trade/pioneered so many ways to degrade a human being that it can’t be changed to this day/legacy so ingrained in the way that we think we no longer need chains to be slaves…welcome to the United Snakes/land of the thief/home of the slave>>) ed un gruppetto di tracce dedicate in senso stretto all’Hip-Hop (“Whatcha Got”, “Truth Is”, “Pedigree” e “Listen Up”).

Dietro quegli occhi rossi e quella pelle bianchissima c’è un rapper di grandi qualità, dategli un’occasione.

Tracklist

Brother Ali – The Undisputed Truth (Rhymesayers Entertainment 2007)

  1. Whatcha Got
  2. Lookin’ At Me Sideways
  3. Truth Is
  4. The Puzzle
  5. Pedigree
  6. Daylight
  7. Freedom Ain’t Free
  8. Letter From The Government
  9. Here
  10. Listen Up
  11. Take Me Home
  12. Uncle Sam Goddamn
  13. Walking Away
  14. Faheem
  15. Ear To Ear

Beatz

All tracks produced by ANT

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
IllBillSeptagram.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg