Warning: sprintf(): Too few arguments in /web/htdocs/www.rapmaniacz.com/home/wp-content/plugins/wp-user-avatar/includes/class-wp-user-avatar-functions.php on line 668

Warning: sprintf(): Too few arguments in /web/htdocs/www.rapmaniacz.com/home/wp-content/plugins/wp-user-avatar/includes/class-wp-user-avatar-functions.php on line 668

Warning: sprintf(): Too few arguments in /web/htdocs/www.rapmaniacz.com/home/wp-content/plugins/wp-user-avatar/includes/class-wp-user-avatar-functions.php on line 668

Warning: sprintf(): Too few arguments in /web/htdocs/www.rapmaniacz.com/home/wp-content/plugins/wp-user-avatar/includes/class-wp-user-avatar-functions.php on line 668

Warning: sprintf(): Too few arguments in /web/htdocs/www.rapmaniacz.com/home/wp-content/plugins/wp-user-avatar/includes/class-wp-user-avatar-functions.php on line 668

Warning: sprintf(): Too few arguments in /web/htdocs/www.rapmaniacz.com/home/wp-content/plugins/wp-user-avatar/includes/class-wp-user-avatar-functions.php on line 668

Warning: sprintf(): Too few arguments in /web/htdocs/www.rapmaniacz.com/home/wp-content/plugins/wp-user-avatar/includes/class-wp-user-avatar-functions.php on line 668

Warning: sprintf(): Too few arguments in /web/htdocs/www.rapmaniacz.com/home/wp-content/plugins/wp-user-avatar/includes/class-wp-user-avatar-functions.php on line 668

Sir Menelik aka Cyclops 4000 – The Einstein Rosen Bridge

Voto: 3,5

Per Sir Menelik il duemilacinque è stato un anno ricco di impegni: dopo un’assenza inspiegabilmente lunga, i suoi alter ego più famosi – Cyclops 4000 e Scaramanga – hanno deciso che era tempo di rompere il silenzio portando negli scaffali ben tre album (quello in esame, “Snake-Eyes” e “Cobrah Commanda – Blood Bath Mafia”), tutti in uscita per la Sun Large. “The Einstein Rosen Bridge” è una raccolta di pezzi che risalgono alla fine degli anni ’90, dei quali riportano un marchio musicale indelebile, fino a ora editi in parte solo come singoli. A testimonianza di quello straordinario periodo, ritroviamo sodalizi fondamentali con El-P (in piena fase Rawkus), Dj Spinna, Dan The Automator e ovviamente Kool Keith.

Nonostante qualche episodio non brilli particolarmente e i remix presenti siano addirittura tre, “The Einstein…” ha comunque il pregio di riuscire a recuperare tracce monumentali come “Nightwork” (presente anche sul primo volume di “Soundbombing”), “So Intelligent” in una versione prodotta dallo stesso Menelik e nella corposa reinterpretazione di Dan The Automator, la bellissima “Physical Jewels” (più che trascurabile il Thugg Rmx), “Let’s Build For A Sec” e “Terrorworks”, entrambe provenienti dal campionatore di un Dj Spinna in piena ascesa. Il passare degli anni non ha poi intaccato la possanza lirica del Ciclope, le rime risalgono a un periodo che non c’è più ma reggono senza troppi problemi il peso del tempo.

Chiaramente, il fatto stesso che si tratti di una raccolta (per giunta ritardataria) rende “The Einstein Rosen Bridge” un progetto monco fin dalla nascita, specie considerando la quasi completa disomogeneità di suono che lo caratterizza. Eppure, sono sicuro che agli appassionati dell’underground più marcio, specie se nostalgici verso tutto ciò che veniva sfornato prima del millennio in corso, il primo disco a firma Cyclops 4000 regalerà una discreta dose di emozioni.

Tracklist

Sir Menelik aka Cyclops 4000 – The Einstein Rosen Bridge (Traffic Entertainment Group/Sun Large Music 2005)

  1. Bionic Oldsmobile [Feat. Kool Keith and Black Silver The Navigator]
  2. Crown Of The 12 Stars
  3. Cyclops 4000
  4. Terminator Of Criticism
  5. Gametime
  6. Let’s Build For A Sec
  7. Macroscope Prod
  8. Next Phase [Feat. Kool Keith and DLS]
  9. Nightwork
  10. Physical Jewels
  11. Physical Jewels (Rmx)
  12. Physical Jewels (Thugg Rmx)
  13. So Intelligent (Rmx) [Feat. Kool Keith]
  14. So Intelligent [Feat. Kool Keith]
  15. Space Cadillac [Feat. Kool Keith]
  16. Terrorworks

Beatz

  • Pimping Rex: 1, 2, 3, 10
  • Crown Of Brahma: 4
  • El-P: 5, 9
  • Dj Spinna: 6, 16
  • Kasz: 7, 11
  • Pimping Rex and Sir Menelik: 8
  • Sir Menelik: 12, 14, 15
  • Dan The Automator: 13

Scratch

  • Dj Roc Raida: 7