Sean Price – Jesus Price Supastar

Voto: 3,5 | Reviewed by Soup Herb

First name Sean, last name Price. Chi l’ha visto nelle tre date italiane, sa bene chi è. Un gorilla di Brooklyn dalla voce rauca che fa le peggiori cose durante i suoi live, come pogare col pubblico, fissare dentro una telecamera per un intero brano e dire al fonico di spararsi… L’ODB della BCC è finalmente arrivato a pubblicare il suo secondo album solista: “Jesus Price Supastar”. Uscirà il 30 gennaio 2007, ragion per cui, per questa recensione, ho usato il promo (intero eh, non preoccupatevi), quindi se ogni tanto scrivo cose tipo Sean Price, album in stores January 30th, Jesus Price Supastar, Copy 33… è per un’overdose dei tag che oggi mettono sugli advance.

Tornando all’album, è composto da quindici tracce (zero skit, come sempre: è tutta ciccia) e tra gli ospiti ci sono i soliti della famiglia BCC più qualche collaborazione con qualcuno della Justus League (Big Pooh, Phonte degli LB e Chaundon) e uno degli mc’s che odio di più sulla faccia della terra, Sadat X (il flow di uno che sta sul cesso a cagare è il suo trademark). Le produzioni vedono il ritorno di alcuni dei produttori di “Monkey Barz”, ovvero 9th Wonder e Khrysis, che si aggiungono a una lista di altri beatmaker più o meno conosciuti. Sean Price, album in stores January 30th, Jesus Price Supastar, Copy 33… Insomma dicevo, alcune robe dell’album erano già in circolazione da tempo, circa un quinto di “Jesus Price Supastar” è infatti composto da tracce che sono uscite su mixtape, compilation e via dicendo durante l’ultimo anno. Mi riferisco a “Cardiac” (con Buckshot e Rustee Juxx), “Church” (con Rock e Loudmouf Choir) e “P-Body” (ancora con Rock), usato come singolo per l’uscita dell’album (scelta discutibile, a opinione di chi scrive).

Tra le mie tracce preferite cito sicuramente: l’intro, “Violent”, “King Kong”, “One” e “Mess You Made”. L’intro ha una base molto bella e Sean si presenta in pieno Brooklyn style (undicesimo comandamento di B.I.G.): <<thou shall not fuck with the fourfifth popper, feel a thousand deaths when I drop ya/I feel for you like Chaka, Khan call me Sean, pussy when I’m on a Decepticon>>. “Violent” ha un’altra bella produzione sulla quale uno parlerebbe di tutto tranne che di violenza, ma Sean P riesce a farlo e anche bene. “King Kong” vede l’mc esordire con una fila di parole che iniziano per m (<<millionarie monkey, microphone mixmaster, make money from music the fourfifth faster>>) e un ritornello di Rock che mette i brividi; “One” usa invece l’oramai trita idea del dire rime che finiscano col sample one (un po’ come “Hold You Down” di Alchemist). Questo è un po’ uno dei punti deboli di Sean, a volte ricicla le idee degli altri; anche se devo aggiungere che riesce a farne un uso abbastanza originale: le rime di Biggie, il ritornello di “Like You” e l’esecuzione di “One” sono cose già sentite, c’è poco da fare, ma nel loro piccolo funzionano.

Sean Price, album in stores January 30th, Jesus Price Supastar, Copy 33… Insomma, riuscendo a ignorare alcuni difettucci qua e là, si tratta di un’uscita più o meno solida, che purtroppo non raggiunge il livello di “Monkey Barz”. E’ un po’ come paragonare “Illmatic” e “I Am”, per utilizzare (spero) termini universalmente noti. Sean Price, album in storse January 30th, Jesus Price Supastar, Copy 33… Sean Price, album in storse January 30th, Jesus Price Supastar, Copy 33… Sean Price, album in storse January 30th, Jesus Price Supastar, Copy 33…

Aspettate, devo aggiungere ancora una cosa: se acquistate l’album sul sito della Duck Down vi danno anche una maglietta con scritto Jesus is my homeboy e la faccia di Sean P al posto di Gesù… ‘sti americani!

Tracklist

Sean Price – Jesus Price Supastar (Duck Down Music 2007)

  1. Intro (Jesus Price)
  2. Like You
  3. P-Body [Feat. Rock]
  4. Cardiac [Feat. Rustee Juxx, Buckshot and Flood]
  5. Stop
  6. Violent
  7. Da God [Feat. Sadat X and Buckshot]
  8. Oops Upside Your Head [Feat. Steele]
  9. Church [Feat. Rock and The Loudmouf Choir]
  10. King Kong [Feat. Rock]
  11. One
  12. You Already Know [Feat. Skyzoo]
  13. Directors Cut
  14. Let It Be Known [Feat. Phonte]
  15. Hearing Aid [Feat. Chaundon]
  16. Mess You Made [Feat. Block McCloud]

Beatz

  • P.F. Cuttin’: 1
  • 10: 2, 7
  • 9th Wonder: 3, 6, 12, 14, 15
  • Illmind: 4
  • Khrysis: 5, 10, 11, 13
  • MoSS: 8
  • Tommy Tee: 9
  • Masse: 16
The following two tabs change content below.