AZOT1 – Isn’t

A circa tre anni da “K273”, opera scritta a quattro mani con Karma22, registriamo con sorpresa e gaudio l’uscita della prima prova in solitaria di AZOT1, “Isn’t”, un lavoro incentrato pressoché esclusivamente sull’Hip-Hop inteso come stile e filosofia di vita, raccontato basandosi sul proprio vissuto ed evitando – saggiamente – di cadere nella patetica contrapposizione old vs new school. Dieci tracce che girano flessuose e fluenti anche grazie a produzioni in grado di assecondare l’integralismo di AZOT con garbo ma al contempo personalità e stile, proponendo una miscela sonora dai molteplici odori e sapori, con strumentali che scivolano agilmente da suoni classici e golden fino ad altri più contemporanei e internazionali.

Otto i brani veri e propri più outro e interludio, dunque l’mc non può perdere tempo e parte subito forte e deciso con “The OATH” dove, su una tipica strumentale di Dj Shocca, contrappone coerenza e fedeltà al contesto attuale (<<generazione X vuota/una troia, una banconota/la notte tra mille richiami ci basta una nota/tutto si ferma, il mondo stesso non ruota/…/questa roba me la porto dentro/un giuramento in un loop infinito in un cerchio/non scambiare debole per gentile/preparo l’avvenire, un fiore dentro il fucile>>). Concetti ulteriormente rimarcati e approfonditi nella titletrack (<<meglio relativamente pochi che irreparabilmente in troppi/…/continuum nello spazio-tempo già da ragazzino/tra i binari alle 6.00 del mattino/finora ho più dediche sul treno che featurings/più giri in aereo che tra i vicoli/tutti già arrivati questi kids/a parlargli stanno muti, ridicoli/sto giù con isn’t dalle origini del mito/come fanno a stare dentro al gioco senza cognizione ancora, giuro, che non l’ho capito/chi dalle mie parti ha fatto la storia è chiaro e definito/e chi se la scorda è un maldito/…/io ho esaurito l’odio, sono guarito>>).

Che “Isn’t” sia un lavoro intimo e personale lo si capisce dunque già dopo poche barre, una sorta di diario nel quale AZOT riversa tutto se stesso alternando senza soluzione di continuità riflessioni e considerazioni (<<per quanto povera ‘sta roba possa suonare/te lo assicuro ti costringe a scavare dentro di te/dentro di me non c’è più niente da raschiare/in compenso a 27 ne ho un milione già da raccontare>>), storie ed esperienze passate, presenti e future (<<intrappolati nel tempo che è un cerchio piatto/la mia canzone preferita dura finché campo/e ciò che l’esperienza mi ha dato in cambio/colma qualunque vuoto lasciato passando/cercando, esplorando o solo semplicemente respirando/perché già solo starci è una sfida/ne usciremo stanchi ma più saggi di prima/…/vivo ogni secondo a duemila, ma con calma/la forza sta nella costanza/spero di invecchiare all’ombra di una palma/per ora sconfiggo i demoni dentro la stanza>>“Errori”).

C’è poi spazio per un paio di spruzzate di sana e autentica autostima con “EHV-AMS bars” (<<fanculo il Rap italiano, c’ho un messaggio che è universale/l’industria me lo può sucare/le fondamenta nel Funk/positive vibes con il background che non avrai mai/consapevole di quello che è stato prima/dal giorno uno una ricerca continua>>) e “THC 2” (<<mi guardo intorno e vedo odio/cammino con le mia gambe, non con le loro/io sono Ghostface e Leatherface in un corpo solo/…/che se non sei nessuno devi dare il culo, stronzate/scendiamo con le armi spianate/…/non ho metafore ma punti di sutura/meglio se ti appunti la stesura/ogni chiusura è un’apertura mentale/per ogni bro senza paura di ricominciare>>), egocentrismo non studiato a tavolino ma appiccato dall’istinto di sopravvivenza (<<non è questione di spocchia/ma di stare a galla in ogni modo, qui non si tocca/siamo vivi tra non morti/ho una tasca per i soldi ed una cassaforte per i sogni>>).

Alti e bassi che con lo scorrere del tempo necessariamente si livellano, con AZOT che pare quindi aver raggiunto un proprio “Equilibrio” (<<ho lasciato indietro il negativo/ora aggiusto il tiro, perennemente in un regime contemplativo/…/è una questione di equilibrio/adattamento al cambiamento continuo/ogni mutamento è repentino/per questo tengo stretto quello che ho vicino/una nuova dea assieme ad un disco per fare mattino>>), superando paranoie e difficoltà grazie a un differente approccio (<<la falsità delle persone mi teneva oppresso/problema loro, ora li abbraccio lo stesso>>) e, soprattutto, all’Hip-Hop, o meglio a ciò che questa Cultura rappresenta (<<sedicenti ragazzini che fanno sorridere/perdono il meglio di ‘sta roba, condividere/a prescindere dal genere, dal sound, dal mood e dal background/è una questione di imparare a vivere/attraverso un mezzo, accrescimento, rivoluzione interiore, rinascimento/livello superiore in cui rinasci dentro/storie d’amore, dolore, di baricentro>>). Passione e devozione assoluta per la doppia acca ribaditi una volta ancora in “Home is people” (<<genero fili che collegano le mie stesure/da quando ho iniziato ho esorcizzato paure/…/scendiamo quando è scuro tipo train bomber/ogni mio fratello sopra un treno è performer/è da più angoli che rispondiamo, che bombardiamo, che diffondiamo un messaggio chiaro – liberi dal male/…/è un linguaggio universale, un viaggio spazio-temporale/è un’ascesa spirituale senza vino né pane/…/ed ho capito cosa vuol dire casa/home is people, il mio nido è un quasar/tu checka la mappa stellare/legami dentro il sole, infusione nucleare>>).

Riassumendo, “Isn’t” è un disco che colpisce, emoziona e certifica il talento del suo autore, in grado di comunicare, nell’impegnativa e duplice versione di esordiente solista, con stile e personalità quanto gli passa nella testa e, soprattutto, nel cuore; e ciò nonostante la sostanziale monotematicità dell’album, con un solo e indiscusso protagonista, come dicevamo: l’Hip-Hop. Buona la prima!

Tracklist

AZOT1 – Isn’t (B.M. Records/Dog House Ent. 2019)

  1. The OATH
  2. Isn’t
  3. Errori
  4. THC 2
  5. Dok interlude
  6. Equilibrio
  7. EHV-AMS bars [Feat Rod’s Royce]
  8. Home is people
  9. Nonostante tutto
  10. Dj Keyone

Beatz

  • Roc Beats aka Dj Shocca: 1
  • Memo: 2
  • Aleaka aka Thealmightyslw: 3, 4, 8
  • Dok: 5, 7
  • 24SVN: 6
  • Zonta: 9
  • Dj Keyone: 10

Scratch

  • Dj Tech: 2
  • Dj MS: 7
  • Dj Keyone: 10
The following two tabs change content below.
Avatar

Gabriele Bacchilega

Avatar

Ultimi post di Gabriele Bacchilega (vedi tutti)

Related posts

ClaverGoldRequiem.jpg
AxosMitridate.jpg
SferaEbbastaCharlieCharlesXDVR.jpg