MarQ Spekt and Blockhead – JustPlayWitIt

Voto: 3 – –

Cominciamo subito col dire che proporre un LP di quattordici tracce con tre interludi e una durata totale di trentotto minuti non è così corretto se il tutto viene indicato alla voce long playing e invece, facendo due conti, si tratta di poco più che un EP. Detto ciò, frutto più che altro della mia pignoleria, devo ammettere che, dopo un attento ascolto, “JustPlayWitIt”, sul quale avevo parecchie aspettative, mi è risultato un po’ indigesto e la valutazione complessiva è una stiracchiata sufficienza, della quale cercherò subito di fornire delucidazioni.

Blockhead, noto pioniere del beatmaking mai banale e ricco di commistioni tra generi, per il quale i fan più accaniti dell’Hip-Hop eclettico hanno avuto tanta ammirazione, ha avuto, in questo caso, un netto livellamento nella qualità delle sue produzioni, le quali nel complesso risultano banalotte. Bisogna ammettere, però, che l’album parte in quinta ed “Elephant Balls”, “Hunger Games” e “Hanggliding Thru The City” fanno ben sperare l’avido ascoltatore, grazie a una ricerca di suoni e beat decisamente felice da parte del producer newyorkese: ad esempio le bellissime trombe campionate nella prima, accompagnate da violini stridenti inseriti qua e là nella traccia e le chitarre appena pizzicate, formano un connubio perfetto con la batteria semplice ma ricca di elementi; la successiva propone invece uno dei temi classici del producer, ovvero suoni artificiali e contorti frutto di sintetizzatori e batterie che ricordano, non tanto velatamente, le atmosfere industriali di stampo Def Jux; queste ultime vengono confermate e raggiungono il massimo della ricercatezza nell’ultima del trio, bella traccia dal tono postapocalittico edificata su suoni metallici ben amalgamati a un morbido giro di basso e sorretti da una batteria scarna, ma dai battiti veloci.

Purtroppo, da qui in avanti l’album perde l’incisività che sino a questo momento lo caratterizzava: “SumOfItsParts” percorre scenari melodrammatici che nulla hanno a che fare con lo stile del produttore, oltre che col Rap di MarQ Spekt, mentre “Sapphires”, pur essendo caratterizzata da una produzione niente male, presenta al suo interno un ritornello cantato che, ancora, mal si inserisce con tutto ciò che la storia e il background dei due artisti hanno sino a oggi mostrato. E, fino al suo termine, “JustPlayWitIt” delude soprattutto dal punto di vista musicale – che, diciamolo, si prestava a essere il vero punto di forza dell’intero lavoro. Il nome MarQ Spekt, infatti, non riecheggerà certo nell’eternità grazie alle sue doti da rapper: mi piace sottolineare come, da un punto di vista del timbro e del flow, l’mc desti sicuramente interesse, la voce acuta e allo stesso tempo roca appaga l’ascoltatore, eppure alla lunga si rivela pesante e le sue rime frammentate di certo non rendono più scorrevole il tutto.

Diciamo che MarQ si fa apprezzare più in coppia, come già accaduto nel progetto Invizzibl Men affiancato a Karniege e dove l’alternanza di voci e stili diversi mitigavano gli aspetti più aspri e difficoltosi del suo stile. Insomma, mi aspettavo un lavoro certosino di Blockhead alle macchine e purtroppo l’album si presenta incompleto e raffazzonato, come se il suo processo creativo sia partito sotto i migliori auspici per poi arenarsi sulle spiagge delle mediocrità; in MarQ Spekt invece non confidavo chissà quanto e ne avevo tutte le ragioni. “JustPlayWitIt” è allora indispensabile solo per chi non si lascia scappare nulla del primo o è curioso di risentire il secondo con un altro dei suoi album a cartoni animati (date un’occhiata a tutte le cover che lo riguardano).

Tracklist

MarQ Spekt and Blockhead – JustPlayWitIt (HiPNOTT Records 2014)

  1. Vaughn Bode
  2. Elephant Balls
  3. Hunger Games [Feat. Clever I and Him-Lo]
  4. Qualude 2
  5. Hanggliding Thru The City [Feat. Sarah Wilson]
  6. SumOfItsParts
  7. Sapphires [Feat. Raq]
  8. Grilchy 808
  9. Qualude 3
  10. Breakfast Club [Feat. Philly Lolile Allstars]
  11. Qualude 4
  12. Rasclot Brukup [Feat. C-Shotta]
  13. The Truest
  14. Blur

Beatz

All tracks produced by Blockhead

The following two tabs change content below.
Avatar

Cazza

Avatar

Ultimi post di Cazza (vedi tutti)