Action Bronson – Dr. Lecter

Voto: 4

ActBrLecter500Cranio spesso rasato, occhi azzurrissimi, barba folta, corporatura da orso ed un timbro vocale che ad un primo disattento ascolto potrebbe sembrare quello di Ghostface Killah. Il personaggio descritto non è altro che Action Bronson, cuoco newyorkese carico di passione per mettere le parole in rima e per l’Hip-Hop fatto in maniera seria, arrivato a farsi conoscere attraverso un paio di mixtape che hanno anticipato questo disco di debutto, “Dr. Lecter”, una promessa più che mantenuta, andata a confermare le numerose qualità fatte sentire in precedenza. Lasciando da parte le similitudini vocali, aspetto troppo superficiale per soffermarvisi troppo a lungo, va detto che Action Bronson non ha né inventato nulla e né rivoluzionato il modo di fare Rap, ma se ciò che fa resta così dannatamente impresso un buon motivo ci deve pur essere. Il suo è un modo di porsi che trasuda personalità, voglia di affermazione e talento, accompagnati da rime divertenti, a tratti esilaranti, spesso irrispettose e sadiche e soprattutto costruite ponendo le sillabe al posto giusto in modo che creino giochi di parole che vanno sentiti più volte per scioglierne i nodi, un mix di cibo, visioni violente, maria ed allusioni sessuali preferibilmente esplicite.

Uno degli aspetti che colpisce maggiormente è proprio il fatto che da tali argomenti, alla fine dei conti, non ci si scosti mai e il disco fila via liscio ugualmente, in quanto la dialettica sciolta, la produzione vincente e la continua ricerca di incastri nelle parole riescono a tenere alti i toni, evitando cali di tensione. Un lavoro imponente come la mole del personaggio, considerato che solo quattro delle quindici tracce vedono altri artisti – che, a parte l’ottimo Meyhem Lauren, vengono prontamente surclassati da Bronson – apparire al microfono e che i brani non contengono cori o ritornelli, ma solo tanta voglia di infilare una linea dietro l’altra finché ce n’è. Se all’interno di un disco di tale spessore viene pure difficile isolare i singoli episodi, pare tuttavia corretto dare il giusto risalto a brani che possono già ritenersi parte della discografia classica del personaggio, vedi la potente “Barry Horowitz”, “Moonstruck”, “Larry Csonka” o l’autoironica “Ronnie Coleman”, e poco distanti cadono pure “Get Off My P.P.” ed il suo contrabbasso da paura, così come l’enigmatica “Shiraz” (ma i coltelli li affila per uccidere qualcuno o per preparare la cena?) e quello che è il miglior featuring presente, “Bag Of Money”, ennesima testimonianza che l’assortimento Bronson/Lauren non cicca un colpo. I suoni, completamente affidati all’abile Tommy Mas, toccano diversi generi musicali diversi tra loro senza perdere un grammo di consistenza: la pesantezza dei colpi di cassa si sposa molto bene alla Dancehall di “Jerk Chicken”, il Blues che emerge da “Buddy Guy” e “Brunch” è da gustare come un vino d’annata, il flauto di “Shiraz” sembra uscire da un successo dei Jurassic 5 ed il tocco di classe della chitarra acustica in “Beautiful Music”, una delle tracce che maggiormente denota l’ampiezza di vedute della produzione, è la ciliegina sulla torta e una degna conclusione per l’album.

Davvero pochi gli appunti che si possono muovere nei confronti di un esordio così positivo, l’unico aspetto che potrebbe essere oggetto di critica riguarda la sequenza di alcuni brani, che se nella prima parte pare congeniale nella seconda raggruppa troppe posse cuts ammassate una sull’altra, distogliendo eccessivamente l’attenzione dal protagonista principale, e dove presenzia l’unico episodio di cui non si sentiva necessità, “Forbidden Fruit”. Indiscutibilmente marchiato come uno dei dischi di maggior impatto del 2011, l’esordio ufficiale di Action Bronson è un concentrato di stile, tecnica ed abilità produttiva perfettamente cucite addosso a un rapper emerso attraverso grinta e forza bruta che, come dice lui, si era stancato di restarsene lì in seconda fila a guardare gli altri avere successo. Benvenuto tra i pezzi grossi; ed ogni riferimento alla stazza non c’entra assolutamente nulla.

Tracklist

Action Bronson – Dr. Lecter (No label 2011)

  1. Moonstruck
  2. Barry Horowitz
  3. The Madness
  4. Larry Csonka
  5. Ronnie Coleman
  6. Bag Of Money [Feat. Meyhem Lauren]
  7. Brunch
  8. Shiraz
  9. Buddy Guy
  10. Jerk Chicken [Feat. Maffew Ragazino]
  11. Chuck Person [Feat. Meyhem Lauren, Shaz Illyork and AG Da Coroner]
  12. Forbidden Fruit
  13. Suede [Feat. Meyhem Lauren, Shaz Illyork, Fonda and Machine]
  14. Get Off My P.P.
  15. Beautiful Music

Beatz

All tracks produced by Tommy Mas

The following two tabs change content below.

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
IllBillSeptagram.jpg