Kurious – A Constipated Monkey

Voto: 4

Correva l’anno 1994 e i 3rd Bass si erano già sciolti da un pezzo, MC Serch e Pete Nice avevano sia pubblicato i loro esordi solisti che curato gli interessi di altri artisti loro vicini; tra le scoperte del Prime Minister figurava un certo Jorge Alvarez, un mezzo portoricano/mezzo cubano proveniente da Spanish Harlem il quale visse un breve momento di notorietà cominciato grazie a due singoli, “Walk Like A Duck” e “Uptown Shit”, quindi proseguito con un contratto discografico per un intero album. Kurious Jorge, scritto con la J e non con la G per distinguersi dalla famosa scimmietta dei cartoni animati, trovò apprezzamenti critici per via di un flow rilassato e gradevole, nonché per la sua capacità di parlare della vita di tutti i giorni rifiutando di allacciarsi a violenza e pistole nonostante le circostanze glie lo potessero consentire tranquillamente, preferendo far emergere i suoi sogni a occhi aperti per un auspicato miglioramento di condizione sociale, per poi ripiombare dentro una realtà composta da lunghe sedute sui gradini a bere birra, giocare a dadi o provarci con qualche ragazza.

Questo suo modo di proporsi lo rese presto un mc controcorrente, umile e lontano dal più tradizionale ego trippin’, capace di essere ironico e sarcastico in maniera molto sottile (<<might drink the brew, but won’t do no commercial>>), abile nello svolgere le sue strofe citando numerose similitudini, piccole metafore e occasionali giochi di parole (<<hey Mary, if you down to J. the I o-Blige>>), mostrando una tecnica molto buona fatta di saltuarie barre infarcite di parole consecutive in rima, recitate con un timbro mai fuori dai binari prescelti. La produzione, un chiaro punto di forza dell’album, venne affidata per la maggior parte ai Beatnuts (presenti con Psycho Les e l’allora membro V.I.C.) e agli Stimulated Dummies del geniale Dante Ross, una minima partecipazione l’ebbero pure Pete Nice e Daddy Rich, tutti molto bravi nel mantenere coesa l’atmosfera attraverso l’utilizzo delle sonorità in voga all’epoca, costituite da copiosi campionamenti Jazz opportunamente filtrati e abbinati a corpose linee di basso e pesanti batterie.

Questo mix di caratteristiche era già stato alla base del successo dei due singoli citati, confermando un lavoro ricco di consistenza e determinante nel tracciare le linee del pezzo più riconoscibile dell’album, “I’m Kurious”, ricordato per il famoso sample della “Mysterious Vibes” dei Blackbirds (già precedentemente utilizzata da Paris per “The Days Of Old”) e per il testo onesto, calibrato sull’autenticità di una persona priva di grosse possibilità finanziarie (<<a humble type of fella, I count my blessings troop/but I’m counting more blessings than I count loot>>) e cosciente della temporaneità del successo.

“A Constipated Monkey”, titolo derivato dal nome della crew dell’mc, offre molto più di tre singoli capaci di guadagnarsi spazio in radio e in televisione – sono infatti diversi i passaggi che ne delineano la solidità complessiva. I Beatnuts – già responsabili di “Walk Like A Duck” e “Uptown Shit” – piazzano alcune basi tra le migliori del loro repertorio, dimostrando un senso ritmico contagioso, rappresentato da sberle come “Fresh Out The Box”, eccellente combo tra batteria, giro di basso e un indovinato sample di tromba poggiato nel mezzo della barra, accostamenti ideali per un head-nod immediato altresì garantito da “Spell It Wit A J”, l’ottimo pezzo introduttivo, e dalla sessualmente irriverente “Top Notch”.

Gli Stimulated Dummies non sono certo da meno, le strumentali da loro confezionate vedono protagonista un inserto di tromba che arricchisce “Leave Ya’ With This”, un omaggio allo scomparso Subroc (K.M.D.), rubano quindi magistralmente l’elegante piano di Dizzy Gillespie per adagiarlo su “What’s The Real”, una fruttifera collaborazione con Casual che parla di skill, e creano un mood nostalgico per “Jorge Of The Projects”, la quale gioca ancora con le parole e vede Kurious parlare a se stesso con rammarico (<<how I miss bein’ young/…/fun days are over>>), cercando di buttare lo sguardo lontano senza riuscirvi del tutto.

Tralasciando giusto un paio di strumentali meno ispirate delle altre (“Tear Shit Up”, “Baby Bust It”) e qualche idea lirica ripetitiva che porta via un po’ di freschezza, “A Constipated Monkey”, in parte penalizzato dalla seguente sparizione pressoché totale dalla scena del suo autore (avrebbe pubblicato un secondo album solo nel 2009), viene tutt’oggi ricordato come un piccolo classico proveniente da un periodo nel quale di bei dischi ne uscivano a pacchi. Non certo una conquista da poco.

Tracklist

Kurious – A Constipated Monkey (Sony Music Entertainment/Columbia Records 1994)

  1. Spell It Wit A J (Yes, Yes Jorge) [Feat. Psycho Les]
  2. Top Notch [Feat. Kadi, Psycho Les and Lucien]
  3. I’m Kurious
  4. Uptown Shit [Feat. Kadi and The Omen]
  5. Leave Ya’ With This
  6. Fresh Out The Box
  7. Walk Like A Duck
  8. Tear Shit Up
  9. Baby Bust It [Feat. Kadi, The Grimm Reaper and Dj Lord Sear]
  10. Nikole
  11. What’s The Real [Feat. Casual]
  12. Jorge Of The Projects

Beatz

  • The Beatnuts: 1, 2, 4, 6, 7, 8
  • Daddy Rich and Prime Minister & Pete Nice: 3
  • SD50’s: 5, 9, 11, 12
  • Bosco Money: 10
The following two tabs change content below.

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
IllBillSeptagram.jpg