Dj Spinna – Here To There

Voto: 4

HereToThere500Sarebbe interessante chiedersi quale sia la differenza tra una banale produzione Hip-Hop (una come tante, insomma) e la musica Hip-Hop, intesa quale genere a sé stante, variabile nella forma e nel risultato ma unica come approccio, come insieme di vibrazioni ben definito; tutto ciò, chiaramente, prima ancora di parlare di stile, tecnica e gusti (è inutile sottilizzare, in maniera quasi sempre soggettiva peraltro, su una forma espressiva varia ma pur sempre omogenea). Personalmente, mi piace annoverare Dj Spinna tra quei musicisti Hip-Hop di natura colta, non perché più bravo (a certi livelli la tecnica è quasi sempre ineccepibile), ma per un’evidente attitudine a lasciare tra i solchi dei propri vinili una parte della propria persona, un atteggiamento cioè diametralmente opposto al solito piegarsi passivamente alle sole esigenze dell’mc di turno o chi per lui. Produrre musica prendendo ispirazione anzitutto da sé e non dalle parole che andranno a colorare successivamente il tappeto musicale: lo spartito di un tempo diventa una macchina, ma dietro, a dirigere il tutto, c’è comunque un essere umano, il suo vissuto, un’anima.

Nello specifico, in “Here To There” a farla da padrone è il Soul, o comunque un Hip-Hop più morbido e musicale (sia chiaro: niente a che vedere col classico squallore radiofonico cui siamo abituati). Spinna trova un puntuale equilibrio tra i contributi della sua orchestra (l’apertura di “Alfonso’s Thang”, “Rock” – in origine su “Heavy Beats Volume 1” – qui in una bellissima versione unplugged, “All Up In It”), eleganti accenni Jazz (“Idols”, con l’inconfondibile voce di Vinia Mojica), episodi arricchiti dal Rap (“Hold”, un potente mix tutto al femminile tra Apani B. Fly e Jean Grae, “You Got To Live”, assieme al compagno Kriminul ed Akil, “Fly Or Burn”), momenti di puro R’n’B (“Surely”, “Glad You’re Mine”, “Love Is Sold”, quest’ultima più marcatamente Soul), fino a una soffice House dal retrogusto britannico in “Music In Me (Come Alive)”. Le voci presenti sono dunque tante e diverse l’una dall’altra, la compattezza di “Here To There” non viene però mai meno, anzi è evidente una corposa continuità a dispetto dei vari cambi di atmosfera.

Lode quindi a Dj Spinna, ai tanti amici che lo accompagnano nel suo nuovo disco e alla felice unione BBE/Rapster, che sotto il marchio Beat Generation continua a darci prodotti freschi e interessanti (già recensiti Dj Jazzy Jeff con “The Magnificent”, Pete Rock con “Petestrumentals” e Marley Marl con “Re-Entry”). Ancora una volta: scrollatevi di dosso pregiudizi e simili, l’Hip-Hop è in continuo movimento.

Tracklist

Dj Spinna – Here To There (BBE/Rapster Records 2003)

  1. Alfonso’s Thang [Feat. Alfonso Greer]
  2. Drive [Feat. Shadowman]
  3. Hold [Feat. Apani B. Fly and Jean Grae]
  4. Tune You Out [Feat. Rise]
  5. Galactic Soul
  6. Idols [Feat. Vinia Mojica]
  7. All Up In It
  8. You Got To Live [Feat. Jigmastas and Akil]
  9. Surely [Feat. Ovasoul7]
  10. Rock (Unplugged) [Feat. Tortured Soul]
  11. Fly Or Burn [Feat. The Bedouin]
  12. Glad You’re Mine [Feat. Angela Johnson]
  13. Love Is Sold [Feat. Abdul Shyllon]
  14. Music In Me (Interlude)
  15. Music In Me (Come Alive) [Feat. Shaun Escoffery]
  16. The Originator

Beatz

All tracks produced by Dj Spinna except tracks #1 co-produced by Ticklah and #13 and #15 co-produced by Mark De Clive-Lowe

Scratch

All scratches by Dj Spinna

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
IllBillSeptagram.jpg