Black Sheep – From The Black Pool Of Genius

Voto: 3,5

BSpoolgenius500In seguito al grande successo ottenuto nel 1991, la vita artistica dei Black Sheep è passata pressoché inosservata, così come i dischi che il duo composto da Dres e Mr. Lawnge hanno fatto uscire nelle varie fasi del loro rapporto, che li ha visti riunirsi e separarsi in più di qualche occasione. In quest’ultimo album Black Sheep significa solo ed esclusivamente Dres, sufficientemente ispirato per continuare l’avventura da solo avvalendosi della collaborazione di produttori come Psycho Les, Beanone e P. Locke, e volto ad offrire ai suoi fan una visione molto più matura della sua persona rispetto al passato, come si può evincere dalle tematiche trattate. Si tratta difatti di un disco molto fine ed intelligente, che parla di vita quotidiana, spiritualità, business musicale, toccando pure un minimo di politica e spaziando tra argomenti differenti con disinvoltura, esponendo senza paura le visioni del protagonista.

L’apertura del lavoro è molto valida, le sonorità appositamente morbide seguono il flow di un Dres che non urla più come un tempo ma che, attraverso un timbro più pacato, fa intravedere una persona che ha raggiunto una notevole tranquillità interiore. Tra i punti salienti vi è quella che probabilmente è la traccia migliore, “Forever Luvlee”, la quale contrappone lo status ottenuto dal rapper al fatto di non aver mai abbandonato l’ambiente difficile dov’è cresciuto, facendosi accompagnare da un simpatico oboe. Notevoli sia la positiva “Elevation”, dove la crescita interiore può essere simbolizzata dalla frase <<Don’t underestimate the power of a positive thought>>, che “Reason To Pray”, trasportata da un bel campione di violini che si espande generosamente nel ritornello. Si riparte in compagnia di Rhymefest per la politica di “Power To The Pih-Poh”, nella quale Dres tocca il picco lirico quando sostiene di nutrire speranza nel nuovo regime, pur conoscendo bene la sua condizione sociale (<<Got hope brother Obama can relieve exasperation/in a nation, that ignores my thoughts and aspirations>>), e poi ci si rilassa un po’ con “Party Tonight”, singolo costruito su una base onesta e nulla più. Il minimalismo di “Born To Che” è senz’altro vincente, un esempio di come si possa confezionare un beat piacevole con giusto un paio di suoni, e così anche i delicati tocchi di pianoforte di “For The Record”, dedicata alle radio che non passano i giovani che lo meriterebbero.

L’ispirazione generale è meno tangibile procedendo nella seconda frazione del disco, quando Dres continua a dimostrare classe su una serie di produzioni che perdono di colore rispetto alle sonorità precedenti e risultando talvolta fiacche. “Muy Bueno” poteva essere una buona idea se non fosse stata completamente rovinata dalla voce orrenda di Rosie Perez, così come non convince la punta R’n’B della sentimentale “Come Back Home”, mentre “Birds Of A Feather”, che raccoglie gran parte dei Native Tongues originali, riesce a centrare le aspettative della reunion proponendosi con un beat che sembra ripreso da “A.O.I.”, sul quale fa davvero piacere risentire assieme Q-Tip, Trugoy e Mike G. “Important Fact“, infine, sembra una versione meno famosa di “Hard Knock Life”, per l’idea di campionare una bambina che canta un motivetto che però va troppo sopra al testo, rendendolo difficile da seguire. “From The Black Pool Of Genius”, per la maggior parte, raggiunge un livello artistico soddisfacente, di qualità, soprattutto per chi da tanti anni aveva desiderio di sentire qualcosa da Dres, tornato con uno scopo ben chiaro, continuare a dar voce alle problematiche che lo circondano, e non per vivere adagiandosi sugli allori di un’era irripetibile. Speriamo si faccia sentire più spesso, d’ora in avanti…

Tracklist

Black Sheep – From The Black Pool Of Genius (Bum Rush LLC/TStylz Wrecks 2010)

  1. Splash (Intro)
  2. Forever Luvlee
  3. Reason To Pray
  4. Elevation
  5. Power To The Pih-Poh [Feat. Rhymefest]
  6. Party Tonight [Feat. Jean Grae]
  7. Born To Che
  8. Muy Bueno [Feat. Rosie Perez]
  9. Come Back Home [Feat. P & V]
  10. Important Fact [Feat. Psycho Les]
  11. Winner [Feat. AZ]
  12. Birds Of A Feather [Feat. Q-Tip, Dove and Mike G]
  13. For The Record
  14. Victory
  15. Dusk (Outro) [Feat. muMS]

Beatz

  • ShowBiz: 1
  • UrbanSoul Music Group: 2, 6, 9
  • Beanone: 3, 14, 15
  • P. Locke: 4, 7, 11
  • Tough Junkie: 5, 12, 13
  • Molecules: 8
  • Psycho Les: 10
The following two tabs change content below.

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
IllBillSeptagram.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg