2Pac + Outlawz – Still I Rise

Voto: 3/3,5

StillIRise500Il nome 2Pac non può che campeggiare a caratteri cubitali sul fronte della copertina: signori, avete letto bene? E’ quel rapper che hanno ammazzato qualche anno fa! Comprate il suo nuovo disco: scritto, prodotto ed inciso direttamente nei più tetri dei gironi infernali…o in paradiso? Eh già, Tupac se n’è andato oramai da un bel po’, ma continua a parlarci, ha ancora così tante cose da dire…quand’è uscita l’ultima raccolta? Un mese fa? Due? Sì, più o meno.

“Still I Rise” risale al ’99 ed ancora una volta la sua voce e le sue rime vanno a finire su un disco che gioca le proprie carte solo ed esclusivamente attorno a quel nome stampato in rilievo. Ora, a parte le solite, innumerevoli (ma sempre interessanti…) discussioni che affollano la metà dei siti che si occupano di Hip-Hop, il punto è: com’è quest’altra uscita postuma (aka operazione puramente commerciale, se preferite) di 2Pac? Buona. Anzi, probabilmente è una delle migliori. I motivi sono vari. Anzitutto le rime non sono affatto stravecchie, diciamo che potreste inquadrarle attorno allo stile e al periodo del buon Makaveli. Le produzioni, poi, sono adatte alla qualità delle liriche e risultano abbastanza attuali e gradevoli. Quindi la presenza degli Outlawz, chiaro, che non saranno certo alla pari del loro maestro, ma gli si accostano bene, senza incappare in quella sensazione di riciclato, forzato, che pesa su gran parte dei progetti rilasciati tempo addietro alla morte di un mc. In pratica, non troviamo assurdità come il remix di “Dead Wrong”, in cui B.I.G. viene accompagnato da Eminem (su “Born Again”) – e questo è già tanto…

Belle “Letter To The President”, la titletrack ed “As The World Turns”, godibilissimo il singolo “Baby Don’t Cry”, da ascoltare ad occhi chiusi “The Good Die Young”. Nel finale il disco cala un po’ di tono e inizia a dare segni di cedimento, ma rimaniamo al di sopra della sufficienza: “Still I Rise” non è il progetto di un grande artista, è un omaggio. Un omaggio fatto dalla Interscope alla Interscope stessa, non certo a 2Pac! Diciamo che incidentalmente, perché alla label non interessava di certo, tra remix e inediti si è arrivati a un’uscita che merita più di un ascolto e che, nel caso dei fan dell’mc, è forse perfino imprescindibile.

Tracklist

2Pac + Outlawz – Still I Rise (Interscope Records 1999)

  1. Letter To The President [Feat. Big Syke]
  2. Still I Rise [Feat. Ta’He]
  3. Secretz Of War
  4. Baby Don’t Cry (Keep Ya Head Up II)
  5. As The World Turns
  6. Black Jesuz
  7. Homeboyz
  8. Hell 4 A Hustler
  9. High Speed
  10. The Good Die Young
  11. Killuminati
  12. Teardrops And Closed Caskets
  13. Tattoo Tears
  14. U Can Be Touched
  15. Y’all Don’t Know Us

Beatz

  • QD3: 1, 12
  • Johnny “J”: 2, 3, 14
  • 2Pac, Karlin and SoulShock: 4
  • Darryl “Big D” Harper: 5, 9, 10
  • 2Pac and L Rock Ya: 6
  • Daz Dillinger: 7
  • Damon Thomas: 8
  • Tony Pizarro: 11
  • E.D.I and Kurupt: 13
  • Quimmy Quim and Reef: 15

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
IllBillSeptagram.jpg