U-God – Dopium

Voto: 2,5

Da accanito fan del Wu-Tang Clan, vi parlo francamente dicendo che da sempre ho considerato U-God alla pari dell’ultima ruota del carro, il membro della famiglia del quale non avrei mai sentito la mancanza, avendolo sempre posto a un livello più basso rispetto ai suoi soci. Premettendo ciò e venendo al disco in questione, devo ammettere che qui Golden Arms riesce al tempo stesso a stupirmi positivamente e immediatamente dopo a demoralizzarmi del tutto…

Cominciando dagli aspetti positivi, “Dopium” parte sicuramente col piede giusto, un trittico iniziale di brani dal chiaro richiamo shaolin, un marcato omaggio e un ritorno alle tradizioni del Wu-Tang: Teddy Ted e J. Serbe – che non ho idea di chi siano – trovano le giuste atmosfere per supportare i nomi pesanti di Ghostace, Cappadonna, GZA e Killah Priest, a loro agio assieme a U-God. Altri membri del clan (Raekwon e Method Man) li ritroveremo più avanti, ma non su strumentali di pari valore. Dopo il fuoco iniziale, infatti, le fiamme si affievoliscono in alcuni episodi decenti come “Magnum Force”, per poi scivolare decisamente più in basso con “Lipton”, “Hips” o “Rims Pokin'”.

L’assurdo si tocca però nelle ultime tre tracce, dei remix su beat che non saprei se definire di Elettronica, House o Techno e che non c’entrano assolutamente nulla col resto del disco. Quel che in sostanza manca è una linea da seguire, l’omogeneità del progetto, che indubbiamente parte bene ma durante l’ascolto si perde nel peggiore dei modi. La responsabilità è chiaramente da addebitare a U-God, che non dà alcuna personalità a “Dopium” e, forse non a caso, in solitaria affronta appena due tracce, riempiendo il resto del disco con featuring che gli danno sicurezza e tranquillità. L’abbrivio e il fatto che a supportare il progetto ci fosse la Babygrande mi avevano fatto ben sperare; ascoltando il disco per intero, tuttavia, il giudizio complessivo non riesce a essere positivo. E lo dico a malincuore, ma anche con molta serenità: un barlume di speranza c’era, ma la fiducia era bassa in partenza.

Tracklist

U-God – Dopium (Babygrande Records 2009)

  1. Train Trussle [Feat. Ghostface Killah and Scotty Wotty]
  2. God Is Love [Feat. Cappadonna and Killah Priest]
  3. Stomp Da Roach [Feat. The GZA and Scotty Wotty]
  4. Lipton [Feat. Mike Ladd]
  5. Cocaine [Feat. Raekwon, Slaine and Y-Not Da Best]
  6. Magnum Force [Feat. Jim Jones and Sheek Louch]
  7. Hips
  8. Wu-Tang [Feat. Method Man]
  9. Dopium
  10. Rims Pokin’ Out [Feat. Leatha Face]
  11. New Classic [Feat. Large Professor]
  12. Stomp Da Roach (Remix)
  13. Dopium (Remix)
  14. Hips (Remix)

Beatz

  • Teddy Ted and J. Serbe: 1, 2, 3, 9
  • 4th Pyramid: 4
  • Beathoven: 5
  • Hakim: 6
  • Twilite Tone: 7, 10
  • Andre Clarke: 8
  • Large Professor: 11
  • The Bloody Beetroots: 12
  • Yuksek: 13
  • Felix Cartel: 14