“Travis” e’ il nuovo album di Roy Zen

Classe ’87, originario di Torino, alle spalle una lunga carriera calcando palchi in tutta Italia, Roy Zen è figlio di una scuola di Rap cresciuta all’ombra della Mole, legata a un liricismo pregno e un’attitudine dura, frutto del cemento delle strade in cui si è sviluppata. Il suo nuovo disco, “Travis”, abbraccia tutte queste sfumature, aggiungendo però molto altro: è il manifesto della maturità artistica e personale raggiunta dal rapper. Ispirato all’omonimo personaggio interpretato da De Niro e protagonista di “Taxi Driver”, “Travis” è un disco scuro, notturno, che evoca queste atmosfere sin dal breve intro strumentale. Roy Zen si muove e riflette come un solitario, non cerca la comprensione di chi lo circonda, perché consapevole della grande incomunicabilità che attanaglia questo momento storico. Si sfoga allora con crudezza, senza remore, sputando la sua verità al microfono per provare a scuotere quanti disposti ad ascoltarla. Insieme a lui, diversi colleghi e amici: Thai Smoke, Riccardino e Michael Sorriso per le liriche, True Love, sempre Riccardino e Deal The BeatKrusher alle macchine, gestite anche dallo stesso Roy.