Timeless Truth – Rock-It Science

Voto: 4

L’Hip-Hop è una scienza che non tutti sanno padroneggiare con la medesima dimestichezza; per farlo sono richiesti talento, tanta pratica e un’immancabile dote: l’autenticità. Il titolo del debutto ufficiale dei Timeless Truth è una chiara – e giocosa nel doppio senso rock-it/rocket – indicazione della loro idoneità nel ricevere il testimone dai grandi del passato newyorkese, mantenendo issata una bandiera cui il gruppo tiene fede già nelle scelte cromatiche avvalendosi di un logo blu e arancione, un esplicito omaggio ai colori dei Knicks e dei Mets.

Il duo è formato dai fratelli di origine dominicana Solace e Oprime39, già firmatari nel corso del duemiladodici dell’EP “Brugal & Presidentes”, del quale “Rock-It Science” si presenta quale ideale proseguimento d’intenti. Quello dei Timeless Truth è Hip-Hop di strada nella sua forma più cruda e reale, nei testi emerge spesso l’orgoglio di rappresentare il Queens e la sua cultura, si bada più a dimostrare lo spessore del proprio stile denigrando gl’incapaci invece che incentrare il lavoro su concetti violenti o criminali relativi all’ambiente circostante, tema toccato solo in un’occasione. Altri passaggi sono invece un vero e proprio ritorno al passato attualizzato ad oggi, che fanno riemergere le vecchie fisse dell’Hip-Hop per il vestiario cool, uno dei capisaldi della crew (particolarmente approfondito in “Hitech”), e di tanto in tanto si tenta una fuga mentale dalla realtà, sognando di accumulare ricchezze di ogni genere per potersi poi permettere di vivere in maniera più lussuosa, un argomento che non a caso viene trattato in una “Get The Doe” dove presenzia Action Bronson, altro ambizioso dell’agiatezza.

Magari le tematiche non saranno eccelse per varietà, ma la tecnica con cui vengono di volta in volta trattate è uno degli aspetti che maggiormente colpisce: ambedue i fratelli forniscono prove di qualità, anche se, dovendo esprimere una preferenza, questa andrebbe nei confronti di Solace, i cui schemi metrici risultano essere quelli più articolati e la cui personalità al microfono pare possedere quella marcia in più per via di un flow veramente sciolto, combinato a una dizione che cavalca con agilità bpm medio/alti (in “Men Of Honour” non sfigura di fronte a un mostro sacro come Roc Marciano), il tutto condito da una piacevole mancanza di ovvietà nel piazzamento delle rime. Oprime39, a differenza di suo fratello, non si fa sistematicamente notare su ogni pezzo ma è tecnicamente altrettanto attrezzato e alza il proprio livello in tracce come “All Others Pay Cash” e nella già menzionata “Get The Doe”, infarcite di singole barre zeppe di sillabe assonanti che fanno emergere, anche in questo caso, disposizioni metriche creative.

La chimica del duo è ottima e ulteriormente cementata da episodi come “Traffic King”, nella quale l’interazione data dal continuo scambio del microfono è un piccolo omaggio a stili old school oggi oramai accantonati; ognuno dei due gode inoltre di un pezzo in solitaria ciascuno, con Oprime a impreziosire la notturna “Alliance” e Solace a fungere quale protagonista in “What A Life”.

La produzione è interamente affidata a Rhtentic RTNC (aka El RTNC, come si fa chiamare ora) e rappresenta l’altra carta vincente dell’operazione: non c’è infatti un solo beat che non sia gradevole, l’insieme è composto avvalendosi di suoni piuttosto grezzi (ancora “All Others Pay Cash”), talvolta piacevolmente intrisi di espliciti riferimenti agli anni ’70 e scambiabili per un qualsiasi tema poliziesco dell’epoca (“Hot 110”), strumentali trainate solo da piano e chitarra (“Wherever We Go”) o che aggiungono quel tocco latino che così bene si adatta alle origini dei ragazzi e alla folta mescolanza etnica presente nel Queens (“Alliance”, di nuovo “Get The Doe”).

Un ottimo esordio su lunga distanza, che rappresenta come si deve lo zoccolo duro dell’underground newyorkese di nuova generazione, ideale trait d’union tra old e new.

Tracklist

Timeless Truth – Rock-It Science (Fat Beats Records 2013)

  1. Heru Apollo
  2. Crush
  3. All Others Pay Cash
  4. Men Of Honour [Feat. Roc Marciano]
  5. Wherever We Go
  6. Mad Scientist Speaks
  7. Hot 110
  8. Alliance
  9. Get The Doe [Feat. Action Bronson]
  10. Lila
  11. What A Life
  12. Hitech
  13. Hypnosis [Feat. Sean Price]
  14. Traffic King
  15. Stop 1

Beatz

All tracks produced by El RTNC

The following two tabs change content below.
Mistadave

Mistadave

Mistadave

Ultimi post di Mistadave (vedi tutti)