The Devil’z Rejects (Bomshot & Jus Allah) – Necronomicon

Voto: 3,5/4 –

Cos’hanno in comune i Devil’z Rejects e l’omonimo film di Rob Zombie? Vediamo, a parte gli skit tratti proprio da quest’ultimo, direi la violenza; visiva in un caso, lirica nell’altro. Se Bomshot potrebbe risultare non particolarmente conosciuto ai più, Jus Allah dovrebbe invece subito riportare alla mente l’altisonante nome Jedi Mind Tricks. Entrambi provenienti da Boston, hanno cominciato a modellare il “Necronomicon” diverso tempo fa per la Omnipotent Records, poi qualcosa è andata sfortunatamente per il verso storto e il progetto rischiava di sfumare in un nulla di fatto se non fosse subentrata tale Dynasty Muzik, che è riuscita a far uscire definitivamente allo scoperto i reietti pur se – sembra – senza il coinvolgimento diretto di Jus.

Fatto sta che l’album, così come viene distribuito, conta ventidue tracce e dura poco meno di un’ora, proponendo ambientazioni vicine (per grosse linee) proprio a quelle dei JMT, ovvero basi piuttosto essenziali (che in alcuni casi suonano però un po’ povere) e rime sparate dritte in faccia. E sono proprio queste ultime a stuzzicare maggiormente l’ascoltatore: Bom e Jus riducono il microfono in poltiglia, oltre le innumerevoli citazioni al mondo del cinema la scelta cade quasi esclusivamente sull’attualità, spolpata nelle sue tante contraddizioni in maniera aggressiva e inflessibile. “Universal (A.L.L.A.H.)”, “Deadly”, “Vengeance”, “Black Godz” e “Arabic Terrorists” riassumono compiutamente il senso di un progetto che desidera risultare duro, per certi versi addirittura scomodo, ma dalla parte dei Devil’z Rejects c’è una precisa attenzione affinché il tutto proceda in maniera sostanzialmente uniforme, escludendo qualsiasi distrazione che possa far slittare gli equilibri del loro attacco frontale.

Buona la scelta degli ospiti, tra i quali si fanno notare maggiormente GZA (presente in due tracce), Virtuoso, Chief Kamachi ed Evildead. Bisogna tuttavia ammettere che, sommando un profilo tecnico/contenutistico non certo variegato, un timbro musicale ostico per definizione e l’abbondanza di featuring in scaletta, il “Necronomicon” rischia (in particolare dopo più ascolti) di trasformarsi in un pesante mattone che scende giù con qualche difficoltà di troppo, colpa (o merito: sta a voi scegliere) di un’asfissia lirica che non concede respiro né spiragli di luce, massacrando l’ascoltatore a suon di rime e invettive.

Ne consigliamo dunque l’ascolto solo ai fan inossidabili dell’hardcore più coriaceo.

Tracklist

The Devil’z Rejects (Bomshot & Jus Allah) – Necronomicon (Dynasty Muzik 2006)

  1. Intro
  2. 5 Pillars [Feat. Singapore Kane]
  3. Riddle Of The Sphinx [Feat. Rip Shop]
  4. Universal (A.L.L.A.H.) [Feat. GZA]
  5. The Devil’z Rejects
  6. Deadly [Feat. Virtuoso]
  7. U-God Interlude
  8. Incredibles [Feat. G.I. 45 and Quite Nyce]
  9. The Da Vinci Code [Feat. Evildead]
  10. Spirit World
  11. Vengeance [Feat. GZA and Chan]
  12. Blood Aflow [Feat. Maculate]
  13. Drill Sgts.
  14. Chop Ya Head Off [Feat. T-Ruckus]
  15. Séance
  16. Arabic Terrorists [Feat. Evildead]
  17. Dead Man Walking
  18. Apocalypse Now [Feat. Konflikk]
  19. Black Godz Rmx [Feat. Chief Kamachi]
  20. Tsunami
  21. To All Rmx
  22. Outro

Beatz

  • Reel Drama: 2
  • Snowgoons: 3, 8, 17
  • Bomshot: 4, 7, 11, 12
  • Zach Johnson: 5, 10, 13, 20
  • Slip Wax: 6, 14, 18
  • Kingston: 15, 19, 21
  • NME-Rek: 16

Scratch

  • Dj Laz E Boy: 2
  • Reel Drama: 3, 17, 20
  • Slip Wax: 6, 11, 18
  • Rugged One: 9

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
IllBillSeptagram.jpg