Tash – Rap Life

Voto: 3,5

Album strano l’esordio solista di Tash: “Rap Life” non ha propriamente l’allure di un classico progetto targato Alkaholiks/Likwit Crew, si perde in qualche traccia che fa un po’ troppo il verso all’Hip-Hop mainstream e non fa notare particolari picchi realizzativi; ma, contrariamente a quanto accade di solito, nella seconda metà della tracklist il rapper riesce a ribaltare il tavolo, tirando fuori una traccia più bella dell’altra.

La west coast di “Rap Life” si rivela sostanzialmente aperta alle influenze della costa opposta e, conti alla mano, sono proprio i brani un po’ più tesi e ruvidi a colpire maggiormente nel segno, quelli cioè con delle produzioni più vicine al sound di New York. “Ricochet”, che apre l’album e si affida subito a E-Swift, è un gran bel benvenuto, peccato sia “G’z Iz G’z” che “Pimpin’ Ain’t Easy” annullino l’entusiasmo iniziale con due prove scialbette; la titletrack, impreziosita da Raekwon, e “The Game” risultano però piacevoli al punto giusto, tanto più la seconda che gode di un featuring di Carl Thomas molto riuscito. E rimaniamo in mediana con l’alcoolica “Only When I’m Drunker” e la successiva “Nightfall”. Fino a qui, insomma, qualche buona fiammata e altrettanti skip.

Con “Smokefest 1999”, finalmente, l’andatura cambia: Tash chiama in aiuto gli Outkast, B-Real e Phil Tha Agony, E-Swift sgancia il freno a mano e “Rap Life” comincia a incrementare i giri. Sorvolando su “Fallin’ On” (un po’ ripetitiva: il sample è lo stesso di “M.I.A.” dei Missin’ Linx) e “Tash Rules”, abbiamo quindi in fila “True Homies”, “Blackula” e “Bermuda Triangle”, che chiudono degnamente il disco e ci lasciano respirare l’aria frizzante degli Alkaholiks, con la loro voglia di far festa, divertirsi e prenderla poco sul serio.

In conclusione: sia pregi che difetti, un rapper sulle cui qualità non avevamo dubbi, una selezione di strumentali non sempre all’altezza e molti featuring di valore. Il giudizio non può superare la sufficienza piena, ma per i fan della crew californiana si tratta comunque di un’uscita indispensabile.

Tracklist

Tash – Rap Life (Loud Records 1999)

  1. Ricochet
  2. Cops Skit
  3. G’z Iz G’z [Feat. Kurupt]
  4. Pimpin’ Ain’t Easy
  5. Rap Life [Feat. Raekwon]
  6. The Game [Feat. Carl Thomas]
  7. Game Show Skit
  8. Only When I’m Drunker [Feat. E-Swift, J-Ro and Phillip Johnson]
  9. Goggles Skit [Feat. Danielle O’Donnell and E-Swift]
  10. Nightfall
  11. Bill Clinton Skit [Feat. Troy D. Duran]
  12. Smokefest 1999 [Feat. Phil Tha Agony, Outkast and B-Real]
  13. Fallin’ On
  14. Tash Rules [Feat. LV]
  15. Ice-T Skit [Feat. Ice-T]
  16. True Homies [Feat. Phil Tha Agony and Xzibit]
  17. Blackula [Feat. Tha Alkaholiks]
  18. Bermuda Triangle

Beatz

  • E-Swift: 1, 11, 12, 15, 16, 17, 18
  • Sir Jinx: 2, 7, 9
  • Dj Battlecat: 3
  • Minnesota: 4, 8
  • Richard Frierson: 5
  • Knobody: 6
  • Fredwreck Nassar: 10
  • Rockwilder: 13, 14

Scratch

  • E-Swift: 3
  • Dj Green Lantern: 4
The following two tabs change content below.