Spectac & Amiri – Soul Beautiful

Voto: 3,5/4

Nonostante Spectac e Amiri siano poco conosciuti tra i fan della doppia h, sanno esattamente come debba suonare un buon album che rientri appunto nel genere. Partendo dal principio, bisogna segnalare un primo disco in coppia (“Almost Famous”) e diverse uscite parallele (“For The People”, “Spectac Returns”, “Vinyl Ritchie” e “The Recipe”), ciò non per pura cronaca, ma per sottolineare che i due non sono alle prime armi e vantano invece un’esperienza artistica di tutto rispetto. La cosa si nota in ogni rima di Spectac e in ogni sample ricucito da Amiri. Quello che ascolterete, nel caso intendeste avvicinarvi a “Soul Beautiful”, è – come da titolo – un tripudio di Soul, presente nei diversi refrain, nel flow morbido di Spectac e negli innumerevoli campioni scelti, i quali offrono un notevole omaggio alla musica black tutta.

Stiamo parlando del punto forte del progetto, eppure, al contempo, del suo limite più evidente, perché al numero ridotto di tracce corrisponde una certa piattezza compositiva che ne esclude picchi particolari e deviazioni di percorso. Poter gustare ottoni affiancati da batterie ben programmate (“Invasion”, “This, That, & Tha 3rd”) è sicuramente stimolante, ma alla fin fine risulta un esercizio trito e ritrito, rendendo l’ascolto un pizzico ripetitivo. Attenzione, però, stiamo parlando di un’uscita che, nel complesso, sta senz’altro al di sopra della media e forse il mio amore per un Hip-Hop più battagliero mi spinge a darne un’interpretazione un tantino fredda. In questo senso, di Amiri apprezzo l’indubbia capacità nello scovare ottimi campioni, il saper creare basi molto semplici e lineari, condite da casse e rullanti ben inseriti e marcati nell’amalgama della traccia; l’insieme rimanda a echi anni novanta e risulta lontano dagli standard odierni.

Gli si affianca Spectac che, proponendo un flow regolare e tranquillo, accompagnato da una voce acuta, si cimenta in rime conscious ricche di temi dal sapore quotidiano, di amore per la musica e l’amicizia; non a caso, i due hanno più di un elemento in comune con la Native Tongues, richiamo che emerge facilmente nei racconti di “Soul Beautiful”. <<Yo, I grew up on “The Cosby Kids”, now they “Meet the Browns”/fourth graders getting beat down because their skin brown/and then you wonder why they frown when they walk around town/with their pants hanging down, quoting Rap songs/don’t believe me, just watch, i’ve seen them shot/arrested by cops up in their homes, out on the block/up in their church, driving their cars and where they work>>. Detto ciò, si può sostenere che l’album in oggetto rispecchi la dimensione artistica (e non) di due figure che hanno sempre vissuto l’Hip-Hop in maniera genuina, come si percepisce da ogni scelta musicale e dal filo narrativo proposto. Non vi sorprenderà, forse, ma riuscirà a farsi ascoltare più di una volta.

Tracklist

Spectac & Amiri – Soul Beautiful (HiPNOTT Records 2013)

  1. Invasion
  2. This, That, & Tha 3rd
  3. I Grew Up [Feat. Najee]
  4. Soul Beautiful
  5. Make It Mellow
  6. Natural Woman [Feat. D. Devine]
  7. Da Real
  8. Just Love Him
  9. Shooting Stars
  10. Looney Tunes
  11. You, U, & Yoo

Beatz

All tracks produced by Amiri and Mervin Jenkins

The following two tabs change content below.
Avatar

Cazza

Avatar

Ultimi post di Cazza (vedi tutti)