Raekwon – The Lex Diamond Story

Voto: 3/3,5

A quattro anni dal deludente “Immobilarity”, Raekwon è finalmente tornato col suo terzo album solista intitolato “The Lex Diamond Story”. Non era difficile migliorarsi, dato il risultato precedente, ma possiamo dire che il nostro Chef sia riuscito a fare anche meglio, confezionando un progetto che a tratti risulta perfino più interessante di quanto ci si potesse aspettare. Della dozzina abbondante di tracce che giravano in rete prima dell’uscita, soltanto una è stata confermata: “Smith Bros.” (peraltro orfana di Ghostface Killah); la cosa, tutto sommato, non è un male.

Alle macchine troviamo dei perfetti sconosciuti o quasi – Smith Bros. a parte, che sono Smoothe Da Hustler e Trigger Tha Gambler – per quattordici tracce vere e proprie: viene spontaneo chiedersi perché (di nuovo) non ci sia neppure un brano a firma RZA; dal lato featuring, invece, siamo ben coperti: c’è Ghost (anche se col contagocce), ci sono Masta Killa, Inspectah Deck, Method Man, Tekitha, Cappadonna, troviamo personaggi di rilievo come Havoc e Fat Joe, né mancano gli Ice Water (in sostanza l’American Cream Team dopo l’assassinio di Chip Banks). L’atteggiamento di Rae è lo stesso di sempre: pose da gangster e vita criminale a tutto spiano. Le sue capacità liriche non sono mai state in discussione e, anche se in una buona metà della tracklist viaggia su beat mediamente interessanti, rimane il rammarico nel vedere un mc delle sue potenzialità sprecato su strumentali che non esigono il repeat.

Senza troppe incertezze, la palma del pezzo migliore spetta a “Once Upon A Time” e gran parte del merito è di Tekitha, incantevole come sempre, su una base che potrebbe essere opera dell’ultimo RZA. Degne di nota la coinvolgente “Pit Bull Fights”, la divertente “Missing Watch” (Rae e Ghost alla ricerca di un orologio smarrito in un club…), la già sentita “All Over Again” (egregio tributo a RZA, al Wu-Tang e ai loro fan), l’infuocata “Clientele Kidd” (sempre con Ghostface e un ottimo Fat Joe), ancora “Smith Bros.” e “Pa-Blow Escablow”, entrambe con uno Chef in gran forma su due beat perfetti per lui. Il punto più basso lo si raggiunge con una coppia di tracce degne di Sean Paul, “The Hood” e “Wyld In Da Club”, ma ancora più raccapricciante è “Ice Cream Pt. 2”, impalpabile e da cestinare. Non è l’album dell’anno, tuttavia i fan di Raekwon ritroveranno il loro eroe in una prova che non ne oscura il grande talento.

Tracklist

Raekwon – The Lex Diamond Story (Universal Records 2003)

  1. The Lex Diamond Intro
  2. Pit Bull Fights
  3. Hitman Salary Skit
  4. King Of Kings [Feat. Havoc]
  5. Missing Watch [Feat. Ghostface Killah]
  6. All Over Again
  7. Clientele Kidd [Feat. Fat Joe and Ghostface Killah]
  8. Smith Bros.
  9. Restaurant Skit
  10. Robbery [Feat. Ice Water]
  11. F**k You Skit
  12. Pa-Blow Escablow
  13. Musketeers Of Pig Alley [Feat. Masta Killa and Inspectah Deck]
  14. Ice Cream Pt. 2 [Feat. Method Man and Cappadonna]
  15. The Hood [Feat. Tiffany Villarreal]
  16. Wild Chimpanzees Skit
  17. Planet Of The Apes [Feat. Capone and Sheek Louch]
  18. Wyld In Da Club [Feat. Ultra and Ice Water]
  19. Once Upon A Time [Feat. Tekitha]
  20. Lex Diamond Story Outro

Beatz

  • Mizza: 2, 5
  • Crummie Beats: 4
  • Mercury: 6
  • Andy C.: 7
  • Smith Bros.: 8
  • Emile: 10
  • Zephlon: 12
  • Brutal Bill: 13
  • Dj Khalil: 14
  • EZ-Elpee: 15
  • Hangman 3: 17
  • Punch: 18
  • Spontaneous: 19
The following two tabs change content below.
Fuso

Fuso

Fuso

Ultimi post di Fuso (vedi tutti)