Raekwon – Only Built 4 Cuban Linx… Pt. II

Voto: 4,5

Preferisco cospargermi subito il capo di cenere recitando un mea culpa: su questo disco io non avrei scommesso neppure un euro. E non fate i furbi, non venite a dirmi che voi ci contavate (speravate, semmai, quello sì), perché tanto non vi credo. Dai, dopo quella becera cagata di “Immobilarity” e il trascurabile “The Lex Diamond Story”, chi poteva immaginare che “Only Built 4 Cuban Linx… Pt. II” uscisse per davvero e, addirittura, andasse ben oltre le migliori previsioni? E invece è proprio così, Corey Todd Woods, in arte Raekwon, detto the chef, torna dopo sei anni con un disco che centra in pieno quasi ogni mossa e non solo si candida senz’altro a salire sul podio dell’anno in corso, ma, fatto per certi versi più importante, va ad aggiungersi alle migliori uscite del Clan dal duemila a oggi (gli fanno compagnia, così su due piedi, “No Said Date”, “Legend Of The Liquid Sword”, “Fishscale” e “Birth Of A Prince”). Il perché è presto detto.

I racconti di Raekwon su coca, spaccio e vita di strada, magari con la partecipazione dell’amico Ghostface Killah, ve l’hanno sempre fatto venire duro? Benissimo, qui ce n’è a sufficienza (“Sonny’s Missing” e “Penitentiary”, tanto per citarne due). Pregavate l’Altissimo per sentire un paio di beat come si deve del buon vecchio RZA? Eccovene tre, di cui almeno uno da far gridare al miracolo (“New Wu“). Avreste pagato volentieri una piccola quota aggiuntiva in cambio di una posse cut di proporzioni colossali? Rimettete gli spiccioli in tasca, è già compresa nel prezzo (“House Of Flying Daggers“). Leggendo il lungo elenco di nomi sul retro del CD vi è venuto un mezzo attacco di diabete? Non c’è nulla di strano; e sappiate che la maggior parte di questi risponde alla chiamata col dovuto riguardo, come nel caso di Inspectah Deck, Ghostface, Method Man (ve l’ho già detto che “House Of Flying Daggers” è una bomba?), Masta Killa, Beanie Sigel e Blue Raspberry. I risultati mediocri di alcune recenti uscite legate al Wu-Tang Clan erano imputabili, almeno in discreta parte, a una produzione musicale inadeguata? Vero. Verissimo. Ma l’esito è tutt’altro quando J Dilla, Pete Rock, Necro, BT, Alchemist, Dr. Dre e Allah Mathematics si divertono a trovare uno stile diverso dal loro e arrivano in studio di registrazione con un beat più bello dell’altro (solo un po’ meno impeccabili Icewater Productions, Scram Jones e Karim, Marley Marl invece mi ha fatto quasi incazzare perché quel campione lì aveva già consacrato “Jewelz” oltre dieci anni fa; ah, l’unica prestazione del tutto loffia è quella di Erick Sermon in “Baggin Crack”).

Ricapitolando, dato che mi sembra di aver già fatto abbastanza confusione: di veri e propri capolavori ne abbiamo almeno tre/quattro, il resto del disco è grossomodo su livelli buoni/più che buoni, il beatmaking è assolutamente appropriato (chi ha la memoria corta provi a fare un semplice confronto con “8 Diagrams”, “Digi Snacks”, “Made In Brooklyn”, “The Resident Patient” o “The Big Doe Rehab”) e su ventiquattro tracce ce n’è giusto qualcuna che convince pochino (“Baggin Crack”, “Broken Safety”, “We Will Rob You”). Non so se è il disco dell’anno, però ci siamo molto, molto vicini.

Tracklist

Raekwon – Only Built 4 Cuban Linx… Pt. II (Ice H2o Records/EMI Records 2009)

  1. Return Of The North Star [Feat. Papa Wu]
  2. House Of Flying Daggers [Feat. Inspectah Deck aka Rollie Fingers, Ghostface Killah aka Tony Starks, Method Man aka Johnny Blaze]
  3. Sonny’s Missing
  4. Pyrex Vision
  5. Cold Outside [Feat. Ghostface Killah aka Tony Starks]
  6. Black Mozart [Feat. The RZA aka Bobby Steels and Inspectah Deck aka Rollie Fingers]
  7. Gihad [Feat. Ghostface Killah aka Tony Starks]
  8. New Wu [Feat. Ghostface Killah aka Tony Starks and Method Man aka Johnny Blaze]
  9. Penitentiary [Feat. Ghostface Killah aka Tony Starks]
  10. Baggin Crack
  11. Surgical Gloves
  12. Broken Safety [Feat. Jadakiss aka Montega Jada and Styles P aka Styles Pinero]
  13. Canal Street
  14. Ason Jones
  15. Have Mercy [Feat. Beanie Sigel aka Mack Mittens and Blue Raspberry]
  16. 10 Bricks [Feat. Cappadonna aka Cappachino and Ghostface Killah aka Tony Starks]
  17. Fat Lady Sings
  18. Catalina [Feat. Lyfe Jennings]
  19. We Will Rob You [Feat. Slick Rick, Masta Killa aka Noodles and GZA aka Maximillion]
  20. About Me
  21. Mean Streets [Feat. Inspectah Deck aka Rollie Fingers and Ghostface Killah aka Tony Starks]
  22. Kiss The Ring [Feat. Inspectah Deck aka Rollie Fingers and Masta Killa aka Noodles]
  23. Walk Wit Me
  24. The Badlands (Bonus Track)

Beatz

  • BT: 1, 9, 24
  • J Dilla: 2, 14, 16
  • Pete Rock: 3
  • Marley Marl: 4
  • Icewater Productions: 5, 13, 15
  • The RZA: 6, 8, 17
  • Necro: 7
  • Erick Sermon: 10
  • The Alchemist: 11
  • Scram Jones: 12, 22, 23
  • Dr. Dre: 18, 20
  • Karim: 19
  • Allah Mathematics: 21