Q-Unique – Vengeance Is Mine

Voto: 4 + | Reviewed by Dr. What?

Quando nella vita di un’artista avvengono dei cambiamenti, è impossibile non riscontrarli nel loro lavoro. Dove poi si ha anche la possibilità di dar voce a questi cambiamenti, vengono riportate per filo e per segno le cause, i provvedimenti e le contraddizioni, specialmente quando l’intento è quello di rivendicare qualcosa. Con “Vengeance Is Mine”, a dire il vero, mi aspettavo un prodotto totalmente in stile Arsonists, con un battagliero Q-Unique su beat da guerra, pronto a incendiare il micro, le cuffie e tutti i laser dei lettori sui quali avesse messo piede.

Niente di tutto ciò. Ma niente di tutto ciò non vuol dire delusione, ok? Q è cresciuto, è incredibilmente maturato nella tecnica e nelle rime, negli argomenti e nei sentimenti. Necro se ne accorge, lo arruola nella sua scuderia, la Psyco+Logical Records (in questo caso in stretta collaborazione con la Uncle Howie Records), lo invita al tour dei Non Phixion e gli produce un terzo dell’album. Niente più effusione lirica (e flow da freestyle) alla Arsonists; Q-Unique compie un viaggio introspettivo attraverso la sua storia: scavando nel suo più profondo io fatto di dolori e sofferenze (<<I was speakin’ well to some A&R sleeper from hell/said he could but puertoricans wouldn’t sell>>), di debiti e sconfitte (<<I wake up in the bed with a bandage on my head/looking at the sistof the beginning of the story of the man that was dead/the whole crews in the room and they like you gotta live town/and I’m like I ain’t branching off until I take these weeds down>>), coltiva il terreno del suo riscatto con rime ben studiate e metriche precisissime.

Niente più produzioni da battaglia (eccetto “H To The C”, guarda caso con Swel 79 ed E-Dot); Necro e gli altri campionano violini e pianoforti malinconici che ci accompagnano mano nella mano al provato animo di un più che mai cosciente mc. Bellissime “The Set Up”, “Nature Of The Beast”, “The Ugly Place”, “Fashion Victims”; e potrei continuare. Ma un gradino su tutte è sicuramente “Psycological Warfare”, vero e proprio manifesto anti-Bush (<<George Bush comes up and the towers come down/George Bush runs amuck and the power goes down/George Bush don’t give a fuck as the hour comes around/so George Bush gets bucked as I shower off a round>>), decorato dalle false promesse di pseudodemocrazia americana (<<another joke, hey George, find any chemical weapons yet?/Wanting to steal the oil from Saddam was the plan/use the God as the scam/it’s just a Vietnam in the sand>>).

In definitiva, Q non tradisce le attese e col suo esordio solista esprime tutto se stesso come non aveva mai potuto fare in un gruppo di pazzi quali erano gli Arsonists. L’album è bello spesso e si lascia ascoltare in tutte le sue tracce senza mai diventare monotono o noioso, perciò la sua vendetta può dirsi riuscita. Certamente al nostro portoricano non gli si può rimproverare la crescita morale, anche se (e non posso nasconderlo) quel pizzico di follia in più che l’aveva caratterizzato mi è venuta un pò a mancare.

Tracklist

Q-Unique – Vengeance Is Mine (Uncle Howie Records 2004)

  1. The Resume
  2. Diamond In The Ruff
  3. One Shot
  4. The Set Up
  5. Nature Of The Beast
  6. Me, That’s Who
  7. H To The C [Feat. Swel 79 and E-Dot]
  8. The Ugly Place
  9. Better You Than Me
  10. Canarsie Artie’s Revenge [Feat. Goretex, Ill Bill and Necro]
  11. Father’s Day
  12. Psycological Warfare
  13. Fashion Victms
  14. Stone Cold
  15. This Thing Of Ours [Feat. Ill Bill]

Beatz

  • Q-Unique: 1, 9, 13, 14, 15
  • Ju-Ju: 2, 6
  • Context: 3
  • Necro: 4, 8, 10, 11, 12
  • S Groove: 5
  • Phase One: 7
The following two tabs change content below.
Mistadave

Mistadave

Mistadave

Ultimi post di Mistadave (vedi tutti)