Prodigy – H.N.I.C.

Voto: 4,5

Ogni parola spesa per introdurvi un mc come Prodigy sarebbe sprecata: recuperate “Juvenile Hell”, “The Infamous”, “Hell On Earth” e “Murda Muzik”, più i molti featuring rilasciati nel corso degli ultimi cinque anni, e avrete un quadro abbastanza chiaro della situazione. Veniamo quindi a “H.N.I.C.”, che sta per head nigga in charge, disco di puro e inequivocabile Rap, robusto, senza fronzoli, zero compromessi. Gli ingredienti sono quelli classici che hanno caratterizzato i progetti marchiati Mobb Deep, ma con un’atmosfera complessiva forse meno cupa.

Impressionante la scelta delle strumentali, che avrei voglia di elogiare una ad una: è inevitabile, dal momento che sono tutte di qualità egregia, sempre originali e calzanti al Rap di Prodigy. Ecco, il protagonista di “H.N.I.C.”: non c’è molto da dire, è preciso, un metrono, ha una voce inconfondibile e una poetica unica. “What U Rep” ha una base bella scarna, dura, su misura per i fan dei Mobb e con in più un Noreaga grandioso, che dà vita a un contrasto fantastico al fianco di Prodigy: due stili molto diversi, che però combaciano alla grande. “Rock Dat Shit” è potenza allo stato puro, la voce di Prodigy spinge autentica energia nelle vene.

“Three”, beat lento e riflessivo che si presta bene all’introspezione, merito di Alchemist che con “Keep It Thoro” si conferma uno dei produttori più ispirati del momento, firmando un classico istantaneo che ascolteremo anche tra cinque, dieci e venti anni. Non potevano mancare i featuring del fratello di sempre, Havoc: in “Wanna Be Thugs” e “Delt W/The Bullsh*t” completa il cerchio posizionandosi alle macchine e al microfono, 100% Mobb Deep. Infine “You Can Never Feel My Pain”, chiusura in cui il Nostro si racconta con parole drammatiche, lasciandosi avvicinare come forse mai prima da chiunque ne conosce a memoria ogni barra.

“H.N.I.C.” non molla mai la presa, è un disco per chi ama e ha sempre amato il Rap, qui nelle mani di uno dei suoi rappresentanti più forti di sempre. Imprescindibile.

Tracklist

Prodigy – H.N.I.C. (Loud Records 2000)

  1. Bars & Hooks (Intro)
  2. Genesis
  3. Drive Thru (Skit)
  4. Rock Dat Shit
  5. What U Rep [Feat. Noreaga]
  6. Keep It Thoro
  7. Can’t Complain [Feat. Twin Gambino and Chinky]
  8. Infamous Minded [Feat. Big Noyd]
  9. Wanna Be Thugs [Feat. Havoc]
  10. Three [Feat. Cormega]
  11. Delt W/The Bullsh*t [Feat. Havoc]
  12. Trials Of Love [Feat. B.K. and Mz. Bars]
  13. H.N.I.C.
  14. Be Cool (Skit)
  15. Veteran’s Memorial
  16. Di It [Feat. Mike Delorean]
  17. Littles (Skit)
  18. Y.B.E. [Feat. B.G.]
  19. Diamond [Feat. Bars and Hooks]
  20. Gun Play [Feat. Big Noyd]
  21. You Can Never Feel My Pain
  22. H.N.I.C. (Outro)

Beatz

  • Bink Dogg: 4
  • Hang Man 3: 5
  • The Alchemist: 6, 10, 12, 15
  • Prodigy: 7, 18
  • Robert “Shim” Kirkland: 8
  • Havoc: 9, 11
  • Ez-Elpee: 13
  • Rockwilder: 16, 20
  • Prodigy with the additional production by Nashiem Myrick and Steven “Lost Spirit” Dorsain: 18
  • Just Blaze: 19
  • Ric Rude: 21
The following two tabs change content below.

Moro

Ultimi post di Moro (vedi tutti)