Paten Locke pubblica “Black Gestapo”

L’idea risale addirittura a inizio 2000, quando Paten Locke aka Therapy era nel pieno degli Asamov, il suo gruppo di allora: omaggiare “Black Gestapo”, pellicola blaxploitation degli anni settanta, con un album che ne riprendesse lo spirito sopra le righe e l’attitudine strettamente Funk. Con un pizzico di ritardo, quel progetto si è concretizzato in quindici brani (disponibili anche in tape) tutti prodotti e scratchati dallo stesso Paten Locke, con ospiti Akrobatik, J-One-Da e Stik Bizzle.

The following two tabs change content below.