Onyx – Bacdafucup Part II

Voto: 3,5

Col trascorrere del tempo, anche le rocce più dure tendono a limare gli spigoli, ammorbidirsi, assumere forme più gentili. Non che Sonsee, Sticky Fingaz e Fredro Starr si siano rammolliti, ok? Ma dal ’93, anno d’uscita di “Bacdafucup”, di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia e se molti – come me – alla notizia dell’uscita della seconda parte del granitico esordio degli Onix sono rimasti in trepidante attesa, non è difficile capire perché a conti fatti il risultato abbia lasciato più d’uno con un po’ d’amaro in bocca. Il disco non è certo deludente, ma le atmosfere peccano sul fronte più delicato, smorzando cupezza e tensione complessive; anzi, c’è spazio perfino per qualche brano festaiolo, che per i fan degli Onyx è quasi come beccarsi un paio di coltellate in pieno petto.

Ricordiamo che Fingaz e Starr, nel frattempo, si erano cimentati nei rispettivi dischi solisti, il primo con “Black Trash: The Autobiography Of Kirk Jones”, un gran bel lavoro per sfoderare tutto il suo talento senza alcun compromesso, il secondo con “Firestarr”, operazione discreta che si concede forse troppo alle sonorità mainstream; “Bacdafucup Part II” ne conferma comunque l’intesa e si avvia alla grande con “What’s Onyx”, un elenco urlatissimo di quel che gli Onyx rappresentano, segue “Bring ‘Em Out Dead”, altra traccia che richiede un volume adeguato, così come “Hold Up”, grazie all’ottimo contributo di un sample di xilofono, si rivela subito uno dei momenti top del disco. Molto coinvolgenti anche “Bang 2 Dis” e “Big Trucks”, mentre “Onyx Is Back”, con quei suoni orientali misti a effetti da videogame, ci sembra fuori registro per il gruppo.

Lenta e riflessiva “Feel Me”, un riuscito ricordo dell’undici settembre (non a caso si tratta dell’undicesima traccia), cambio d’atmosfera che invece non riesce né in “Gangsta”, né in “Slam Harder”, di cui al più, per gli amanti del basket, ricordiamo la rima <<aiyyo, who slam harder? Onyx or Vince Carter?>>. In sostanza, “Part II” è un’operazione godibile pur se non al livello delle prove migliori degli Onyx, i quali danno comunque l’impressione di non aver ancora sparato tutte le loro cartucce; e questa è la vera buona notizia che ricaviamo dall’ascolto.

Tracklist

Onyx – Bacdafucup Part II (Koch Records 2002)

  1. What’s Onyx
  2. Bring ‘Em Out Dead
  3. Slam Harder [Feat. Versatile]
  4. Hold Up [Feat. X1]
  5. Bang 2 Dis
  6. Gangsta [Feat. X1]
  7. Hood Beef [Feat. X1]
  8. Big Trucks
  9. Clap And Rob ‘Em [Feat. Versatile]
  10. Onyx Is Back
  11. Feel Me
  12. Wet The Club

Beatz

  • Davinci: 1, 5, 11
  • D/R Period: 2, 3, 6, 8
  • Havoc: 4
  • Self: 7
  • Ant Boogie: 9
  • Co-Stars: 10
  • Scott Storch: 12
The following two tabs change content below.
Moro

Moro

Moro

Ultimi post di Moro (vedi tutti)