Necro – The Sexorcist

Voto: 3 +

Ma ‘sto ragazzo lo trova il tempo per dormire? Tra farsi pornostar, squartare cristiani, drogarsi, rappare e produrre dischi, mi sa che non riesce nemmeno a passare un’oretta per il pranzo della domenica con la mammina… Il suo ritmo di lavoro è a dir poco massacrante, se pensiamo che tutto (e dico tutto) ciò che sta uscendo in questo periodo dalla sua etichetta passa dal suo campionatore. Inevitabilmente, anche se con tutte le buone intenzioni di partenza, la qualità dei progetti non può che risentirne; con “The Sexorcist”, il nostro novello Joe D’Amato s’improvvisa regista, produttore e attore di un concept album che ricorda più un porno a medio budget anni ’80 misto a un gonzo che uno di quei porno luccicanti ambientati in ricche magioni zeppe di cavallone rasate e sempre con una voglia insaziabile.

La componente femminile certo non manca, sentiamo le vocine sexy delle star Alexis Malone, Brittany Andrews (che gnocca!), Katja Kassin, Avy Lee Roth, dell’orientale Katsumi, ma sinceramente non è che mi freghi poi tanto di sentire ‘ste tipe che ribadiscono di avere sempre voglia di succhiare uccelli e in particolare quello di Necro: l’idea è un po’ scontata, sebbene non è che aspettassi si mettessero a parlare di filosofia o dessero la loro ricetta per fare le frittelle. Per dare spessore (in questo caso sarebbe meglio dire diametro e centimetri) al progetto, vengono anche coinvolti mostri sacri come il regista Van Styles, Ron Jeremy, un marcio bestiale che però ha le mani in pasta in parecchi affari, e il leggendario Jerry Butler, sulla scena dall’81 e con alle spalle più di cinquecento film, noto anche per la sua autobiografia “Raw Talent” che destabilizzò l’ambiente del porno – il quale appunto lo esiliò pur essendo un vero talento premiato con riconoscimenti importanti (miglior attore nell’83 e nel ’85, miglior performer nell’84).

Ok, di porno ne so a pacchi, ma musicalmente parlando? L’aria che si respira richiama i suoni anni ’80, vera culla e trampolino di lancio per quello che fu il boom dell’industria del porno su larga scala; il disco scorre via liscio e tranquillo, senza cadute di stile (nel senso: che di per se è già basso) ma inevitabilmente senza alcuna genialata, si ascolta in macchina con poche pretese (magari durante un incontro piccante) proprio perché riempie bene le orecchie senza impegnare il cervello. Tracce come “Pussy Is My Weakness”, “Whore”, “You Bitches Love To Get Fucked In The Ass” (che titolo!), “We Fuck Virgins” (e pure questo…), “The Sexpert” scorrono via belle tranquille come anche quelle più rockeggianti, ovvero “Edge Play” e “I Wanna Fuck”. E cos’altro ci sarebbe da dire, a parte stilare un elenco dei pezzi migliori degli altri? Che “The Sexorcist” non sia tra le punte di diamante della Psycho+Logical è ovvio; noi lo consigliamo in sottofondo a un bel film da vedere, magari in compagnia… E non siamo affatto romantici, sia chiaro.

Tracklist

Necro – The Sexorcist (Psycho+Logical Records 2005)

  1. Who’s Ya Daddy?
  2. Pussy Is My Weakness [Feat. Antwon Lamar Robinson]
  3. Whore [Feat. Joey Silvera]
  4. Edge Play [Feat. Ill Bill, Mr. Hide, Mitch Matlock and Katja Kassin]
  5. Suckadelic [Feat. Jenny (Shirley Bassey) Van Houten]
  6. Ron Jeremy Skit
  7. You Bitches Love To Get Fucked In The Ass [Feat. Avy Lee Roth]
  8. Piss
  9. Katsumi Skit
  10. Out The Pocket [Feat. Maya]
  11. Brittany Andrews Skit
  12. She’s Got A Great Ass! [Feat. Ill Bill and Jerry Butler]
  13. I Wanna Fuck [Feat. Jenny Krenwinkle, The Other Manson Whores and Eve Lawrence]
  14. Van Styles Skit
  15. We Fuck Virgins [Feat. Sabac Red and Antwon Lamar Robinson]
  16. Horny Horneys [Feat. Goretex and Debbie Mercado]
  17. Ron Jeremy Vs. Jerry Butler Skit
  18. I Remain Sniff [Feat. Manson Whore and Dick Nasty]
  19. The Sexpert [Feat. Alexis Malone]
  20. I Degrade You [Feat. Ill Bill]
  21. Vaginal Secretions
  22. Ron & Jerry Outro

Beatz

All tracks produced by Necro

The following two tabs change content below.
Moro

Moro

Moro

Ultimi post di Moro (vedi tutti)