Monsta Island Czars – Escape From Monsta Island!

Voto: 4,5

MF Doom colpisce ancora – e stavolta con tutta la banda… M.I.C., ovvero Monsta Island Czars, nove mostri preistorici, spaventose creature mutanti dall’elevato potenziale distruttivo, nove guerrieri del microfono protagonisti di un avvincente concept album dal titolo “Escape From Monsta Island!”. Tutti gli mc’s presenti in questo progetto hanno mutuato il loro nome d’arte dai film giapponesi a tema kaijū degli anni ’60 e ’70 (il filone di Godzilla & Co., per intenderci) e, sebbene l’originale ideatore della faccenda, MF Grimm aka Jet Jaguar, per motivi giudiziari non abbia potuto partecipare alla realizzazione del disco, per il resto nessuno manca all’appello: KD aka Kamackeris, X-Ray aka King Ceasar, Megalon, Kong, Rodan, Spiega, Gigan e appunto MF Doom, qui nei panni dell’inquietante tricefalo King Ghidra.

<<It’s like kill or be killed/ill or get illed on>>: sull’Isola non ci sono mezze misure e non si fanno prigionieri, come spiega in maniera assai convincente Kamackeris nella strofa d’apertura di “M.I.N.Y.A.” (tanto per rimanere in tema, Minya è il nome del figlio di Godzilla). I M.I.C. non hanno nulla a che vedere con l’astrattezza o la non immediatezza di certe produzioni underground, non si atteggiano da thug vissuti e, soprattutto, sono lontani anni luce da qualunque trend caratterizzi il Rap radiofonico: in “Escape From Monsta Island!” troverete solo roba seria e tosta, niente fuffa. L’album comprende sia posse track che pezzi solisti, tenuti insieme da curiosi skit a tema, e le produzioni, per la maggior parte curate da X-Ray, sono tutte di alto profilo. Gli episodi dove meglio si esprime l’energia collettiva dei mostri sono “1, 2… 1, 2”, “Make It Squash” (entrambe prodotte da MF Doom nel suo classico stile dai campioni accelerati), “Gunz ‘N’ Swordz”, “Under Pressure” (ricca di pathos e con un suggestivo cantato femminile) e “Out My Mind” (completa sotto ogni punto di vista, con un Kamackeris in gran forma: <<committing more terrorist activity/y’all niggas can’t get with me/spit rhymes for y’all, sincerely/while niggas steady wanna beef/still wanna talk on how you runnin’ New York? Please!>>).

I momenti nei quali, invece, quasi ogni mc riesce a splendere in solitudine danno modo di rendere maggiormente riconoscibili e apprezzabili le caratteristiche e gli stili di ciascuno: l’energia di Kamackeris sul beat melodico di “Take Control”, gli stranissimi ritornelli di Kong per la cupa “Warning”, la voce profonda di Spiega sul loop di piano di “Became A Monsta”, il flow dinamico di Rodan nella funkettona “Sumthin’ To Prove” e la nota abilità lirica di Doom/Ghidra nell’unica traccia in cui è presente al microfono, la splendida “Mic Line”. Pur essendoci, in verità, qualche lieve nota stonata (“Comin’ At You”, l’unico pezzo che forse non trova una giusta collocazione all’interno del disco; la totale assenza di MF Grimm; la scarsa presenza di Doom, almeno sul piano dell’mcing, in parte giustificabile dal fatto che nel frattempo il Nostro era impegnato nella realizzazione di “Take Me To Your Leader”), “Escape From Monsta Island!” rimane comunque un lavoro di grande effetto, un album che gli amanti di un certo tipo di Hip-Hop (hardcore, underground, chiamatelo come vi pare) non mancheranno di procurarsi.

Per quanto vi differiscano, la potenza e le atmosfere ricordano molto quelle di capolavori come “The Infamous” o “Enter The Wu-Tang” (non me ne voglia il webmastro ma, personalmente, trovo non pochi punti di contatto tra i M.I.C. e il Wu-Tang Clan). Se, magari, siete tra coloro che si sforzano di farsi piacere Missy Elliott o i Neptunes, ma finiscono col rifugiarsi tra i solchi di “Dah Shinin'”, e pensano che il Rap abbia raggiunto l’apice con “Only Built 4 Cuban Linx…” di Raekwon (così, uno a caso), allora vi sentirete quasi obbligati a fare un pensierino su “Escape From Monsta Island!”. Per tutti gli altri, non resta che correre ai ripari: emergenza assoluta, i mostri stanno per attaccare!

Tracklist

Monsta Island Czars – Escape From Monsta Island! (Metal Face Records/Rhymesayers Entertainment 2003)

  1. What’s The Name Of This Place? (Intro)
  2. M.I.N.Y.A.
  3. F@#K Y’All N!@@#’s
  4. Witchcraft
  5. 1, 2… 1, 2
  6. Scientific Civilization (Skit)
  7. Mic Line
  8. Poizon Windz
  9. Under Pressure
  10. Became A Monsta
  11. There’s A Legend (Skit)
  12. Out My Mind
  13. Warning
  14. Make It Squash (Got A Roc)
  15. Gunz ‘N’ Swordz
  16. Sumthin’ To Prove
  17. Live Son Of A Bitch (Skit)
  18. Comin’ At You
  19. Take Control
  20. Escape From Monsta Isle

Beatz

  • X-Ray: 1, 2, 3, 4, 8, 9, 10, 12, 13, 15, 16, 17, 19
  • King Ghidra: 5, 6, 7, 11, 14, 20
  • King Ghidra with the co-production by X-Ray: 18
The following two tabs change content below.