MHz – Table Scraps

Voto: 4 +

Vi siete mai resi conto di quanto siano limitate le discussioni tra (noi) rappusi a proposito dei dischi migliori in circolazione, si tratti o meno di classici? Il rischio, il più delle volte, è quello di perdere di vista operazioni meno attenzionate, che non raggiungeranno mai una platea vastissima e circoleranno solo all’interno di una cerchia molto ristretta di appassionati. Come nel caso di “Table Scraps”, esempio brillante di puro e genuino Hip-Hop.

Il nome MHz non dovrebbe suonarvi nuovo, ma in caso contrario sappiate che si tratta di un collettivo che riunisce RJD2, Camu Tao, Copywrite, Jakki Tha Motamouth e Tage Proto. Il potenziale è notevole e su questo non ci piove, tutti i signori appena citati, chi più chi meno e probabilmente RJD2 in testa, negli ultimi anni si sono rivelati dei mastini dell’underground. Ebbene, sul finire degli anni novanta avevano già tutte le carte in regola per farsi notare nel marasma di uscite tutte uguali l’una all’altra, sfortuna volle, però, che una serie di problemi con etichette e distribuzioni rimandasse a data ignota l’esordio della crew. Il calvario terminò solo qualche anno dopo, quando la NCS Records riuscì a mettere assieme i 12” usciti precedentemente e una buona fetta di inediti, consegnandoci appunto “Table Scraps”.

Vicissitudini a parte, l’album ha conservato intatta tutta la propria freschezza nonostante il concepimento lungo e travagliato: la sintonia che lega barre e strumentali è infatti evidente e segna un primo punto a favore del gruppo. I quattro mc’s snocciolano dell’ottimo Rap da battaglia, con una menzione speciale per Copywrite (a conti fatti il membro più attivo del gruppo), e lo fanno sopra strumentali dall’elevato potere incendiario. Rime secche e taglienti avvolgono dunque atmosfere che pesano come dei macigni, poggiate su batterie arcigne, sample tagliati senza fronzoli, bassi schierati in prima linea e qualche scratch di contorno. A parte RJD2, di cui già sappiamo, a stupire è sicuramente Camu Tao, che produce le tracce migliori del disco (“Absotively Posolutely”, “This Year” e “World Premier”, quest’ultima recuperata anche in “Farewell Fondle ‘Em”). Altrettanto interessanti “Kryptonite”, “Magnetics”, “Widespread”, “Counseling” (diverse le versioni in giro) e la strumentale “Rain”.

Detto ciò, mettetelo in lista senza esitazioni.

Tracklist

MHz – Table Scraps (NCS Records 2001)

  1. 97 Intro
  2. Rocket Science (Copywrite and Jakki Tha Motamouth)
  3. Kryptonite (Copywrite, Camu Tao and Tage Proto)
  4. Couldn’t Find Another (Jakki Tha Motamouth)
  5. Magnetics (Camu Tao)
  6. The Funnel (Copywrite and Camu Tao)
  7. Absotively Posolutely (Copywrite and Tage Proto)
  8. This Year (Copywrite, Camu Tao and Tage Proto)
  9. The Chosen (Jakki Tha Motamouth)
  10. Combustion Spontaneous (Copywrite, Camu Tao and Tage Proto)
  11. World Premier (Copywrite and Camu Tao)
  12. Creatively Wise (Copywrite, Camu Tao and Creative)
  13. Widespread (Copywrite and Jakki Tha Motamouth)
  14. Holier Than You (Copywrite)
  15. Rain
  16. Counseling (Copywrite, Camu Tao, Tage Proto and Jakki Tha Motamouth)

Beatz

  • Camu Tao: 1, 3, 7, 8, 9, 11
  • RJD2: 2, 14, 15, 16
  • Copywrite: 4, 10, 13
  • S.G. On The Traxxx: 5
  • Camu Tao and Copywrite: 6
  • Copenhaniacs: 12

Scratch

All scratches by RJD2 except on tracks #6 by Dj Drastic, #11 by Dj Phaze and #12 by Dj Noize

The following two tabs change content below.