Maroons – Ambush

Voto: 4

Nel XVIII secolo erano chiamati maroons gli Africani che riuscivano a sfuggire alla condizione di schiavi; nell’Hip-Hop del nuovo millennio, invece, i Maroons sono solo l’ennesima manifestazione del notevole talento di quel collettivo californiano che porta il nome di Quannum. Lateef The Truth Speaker, da Oakland, è infatti la metà del duo Latyrx, mentre Chief Xcel, da Berkeley, è l’artefice del suono dei Blackalicious. La chimica tra questi due personaggi deriva da un’amicizia ultradecennale e ora hanno finalmente l’opportunità di concretizzare le loro idee in “Ambush”, un EP di nove tracce (più ghost) che anticipa l’uscita di un vero e proprio album, dal provvisorio titolo “Ashé”.

Chief Xcel, che si occupa interamente della produzione, adotta qui una linea molto più diretta rispetto ai lavori finora pubblicati con i Blackalicious, sebbene si avvalga spesso dell’aiuto di musicisti e turnisti della Bay Area, come il chitarrista/bassista Teke Underdue, il tastierista Herve Salters e l’arrangiatore d’archi/violoncellista Vincent Segal, conferendo così maggiore rotondità e dinamismo ai suoi beat campionati. Il risultato è un colorato e vibrante mix delle molteplici facce della musica nera, ora guidato da titanici groove di basso e batteria (“Matter Of Time”), ora accarezzato da sensuali arrangiamenti vocali e melodie d’archi (“Beautiful You”), confermando – qualora ce ne fosse bisogno – la figura di Xcel come uno dei più completi architetti del suono Hip-Hop in America.

Lateef, dal canto suo, si adatta perfettamente alle soluzioni musicali del socio, adottando uno stile asciutto e immediato, lontano dai virtuosismi del ginnasta verbale Gift Of Gab (anch’egli presente nell’EP), ma quanto mai appropriato per trasmettere il suo pensiero e le sue sensazioni, siano esse rivolte alla politica internazionale (i riferimenti a George W. nella possibilista “If”) o al miglioramento di sé (“Best Of Me”, una traccia che è frutto di una lunga gestazione). Dalla dolcezza di “Beautiful You” alla potenza della battagliera “Lester Hayes” (in cui Lateef si paragona all’ex difensore degli Oakland Raiders), l’mc dimostra sempre di avere una notevole abilità interpretativa e questo è solo uno dei motivi che rendono piacevole l’ascolto ripetuto di “Ambush”.

<<There’s always the chance of creating something transcendent/some things last forever like the Ten Commandments>>: associate le parole all’azione e, nel caso dei Maroons, otterrete circa trentaquattro minuti di ottima musica. E’ Quannum, fidatevi…

Tracklist

Maroons – Ambush (Quannum Project 2004)

  1. Ambush
  2. Matter Of Time
  3. If
  4. Don’t Stop
  5. Lester Hayes
  6. Best Of Me [Feat. Gift Of Gab]
  7. Best Of Me (Bonus Beat)
  8. Beautiful You [Feat. Gift Of Gab, Joyo Velarde and Bear]
  9. 365/First Draw (Ghost Track)

Beatz

All tracks produced by Chief Xcel

The following two tabs change content below.