Marco Polo & Torae – Double Barrel

Voto: 4 +

Poco più di un anno fa, vi ho parlato del primo disco di Torae (“Daily Conversation”) e di come questo facesse esplicito riferimento all’Hip-Hop newyorkese di metà anni ’90; l’mc proveniente da Coney Island passa ora da una piccola affiliata della Zomba Records alla Duck Down del Boot Camp Click e il trasloco, dopo ripetuti e convincenti ascolti, sembra calzargli su misura.

Della precedente compagine, che comprendeva alleati come Dj Premier, Black Milk, 9th Wonder, Eric G. e Khrysis, resta il solo Marco Polo: come in “Port Authority”, il beatmaker canadese punta tutto sulla sostanza e si affida a composizioni molto tradizionali sia nella programmazione delle batterie che nel taglio dei campioni utilizzati. Inoltre, rispetto a “Daily Conversation” (che non difettava affatto di omogeneità), “Double Barrel” riesce per ovvie ragioni a conquistare una quadratura musicale ancora più netta.

Mettendo assieme il tutto, ne viene fuori un prodotto genuinamente Hip-Hop, di quelli cui sono sufficienti un beat che picchia duro, due strofe a tema, gli scratch nel ritornello e lo scarso di turno da stendere a colpi di rime. Ecco, chi volesse muovergli qualche critica sappia che, tolto l’integralismo del progetto, c’è ben poco da eccepire. Sì, perché alle buone intenzioni Marco Polo e Torae fanno seguire una realizzazione che difficilmente deluderà le aspettative di quanti sono venuti su mentre New York bombardava il mondo a colpi di Rap. Intro a parte (che, diciamolo, è pure un po’ pacchiano) abbiamo tredici brani decisamente ben distribuiti, i due protagonisti sono tra loro in perfetta sintonia e l’equilibrio resta intatto anche nelle varie collaborazioni (la migliore è senz’altro quella con Masta Ace e Sean Price, seguono a mio avviso Lil Fame e Rock).

Senza farla più lunga del dovuto, il punto è che a casa mia pezzi tipo “Double Barrel”, “Party Crashers”, “Smoke” e “Coney Island” rispecchiano esattamente ciò di cui l’Hip-Hop aveva (ed ha) bisogno, perciò non dormiteci sopra: quest’estate l’album da acquistare a scatola chiusa è quello di Torae e Marco Polo.

Tracklist

Marco Polo & Torae – Double Barrel (Duck Down Records 2009)

  1. Intro [Feat. Dj Premier]
  2. Double Barrel [Feat. Dj Revolution]
  3. Party Crashers
  4. Smoke [Feat. Lil Fame and Rock]
  5. Lifetime [Feat. Dj Revolution]
  6. But Wait
  7. Rah Rah Sh*t
  8. Danger
  9. Stomp [Feat. Guilty Simpson]
  10. Coney Island
  11. Word Play
  12. Hold Up [Feat. Masta Ace and Sean Price]
  13. Get It
  14. Crashing Down [Feat. Saukrates and S-Roc]

Beatz

All tracks produced by Marco Polo

The following two tabs change content below.