King Syze – Syzemology

Voto: 4 – | Reviewed by Dr. What?

Fan degli Army Of The Pharaohs di tutta Italia, cominciate a risparmiare qualche spicciolo perché a fine settembre l’Armata si riunisce e, secondo le dichiarazioni di Celph Titled, per picchiare ancora più duramente di quanto fatto in “Torture Papers”! Nel frattempo, per alleviare l’attesa, vi consiglio – se non l’avete fatto già – di rispolverare qualcosina tipo il poco attenzionato “Sizemology” dell’amico King Syze e ricominciare così a prendere dimestichezza con le bombe dei Faraoni.

Il suddetto, che l’anno scorso passò quasi inspiegabilmente inosservato, ha lanciato davvero un bel discone pieno di buone conferme e anche di qualche piccola sorpresa. Partiamo proprio da Syze, il quale non ha deluso le attese: l’impegno c’è e si sente, anche se in alcune circostanze, causa il timbro di voce poco incisivo, dà come l’impressione di far fatica a mantenere un flow lineare e pulito appesantendo così l’ascolto del pezzo. Fortuna ha voluto (se di questa vogliamo parlare…) che le tracce senza compagnia siano ben poche e che questo difettuccio passi in secondo piano.

O anche terzo, se consideriamo che col figlioccio di Vinnie Paz hanno collaborato una schiera di pitbull affamati, vedi ad esempio la ferocia di Des Devious (“E.O. Pounder” e “Da Storm”) o le legnate di Poynt Blanc nella potente “Reign Of Tyrants”. A questo punto saltiamo al primo piano del progetto che è tutto per le ottime strumentali, protagoniste indiscusse dell’era Faraonica. Non c’è il capostipite The Enemy Of Mankind, ma a quanto abbiamo capito da “Torture Papers” gli alunni di Stoupe non mancano di creatività. La parte del leone la gioca comunque un 7L in forma eccezionale, ma Jon Doe, Arythmetic, Cimer e via via tutti gli altri sfoderano sonorità grezze e cupe da non far rimpiangere proprio nessuno.

Non l’ho detto subito perché mi sembrava alquanto scontato, ma se ancora “Syzemology” non vi convince posso farvi notare che all’interno troverete anche le impronte liriche del rivoluzionario Sabac Red (Non Phixion) e di uno dei migliori mc’s del nuovo millennio, cioè Reef The Lost Cauze, il che è sempre un bene. Più di così…

Tracklist

King Syze – Syzemology (Brick Records 2006)

  1. On A Mission
  2. Blitz Inc. [Feat. Vinnie Paz and 7L & Esoteric]
  3. Global Warming [Feat. Block McCloud, Pumpkinhead and Archival]
  4. O.E. Pounder [Feat. Des Devious]
  5. Roll Out The Red
  6. Spittin’ Heavy
  7. Who Gonna Ride [Feat. Rocky Reyes and Faez One]
  8. Truancy
  9. Da Storm [Feat. Iron Kong and Des Devious]
  10. Band Of Brothers [Feat. Crypt]
  11. Machine Gun Rap
  12. Reign Of Tyrants [Feat. Poynt Blanc]
  13. A Day After Tomorrow [Feat. Reef The Lost Cauze and El Dorado]
  14. Nonbelievers
  15. The Onslaught [Feat. Vinnie Paz, Sabac Red and Planetary]

Beatz

  • Sound Scientist: 1
  • 7L: 2, 11, 13
  • Block McCloud: 3
  • Jon Doe: 4, 5, 14
  • Arythmetic: 6, 8
  • Joshua “AK” I: 7
  • Cimer: 9
  • Undefined: 10
  • Showgun: 12
  • November 17th: 15
The following two tabs change content below.