Joey Bada$$ – 1999

Voto: 3,5/4

La maggior parte delle riflessioni apparse sul web a proposito di Joey Bada$$ spendono le prime righe attorno a due dati ritenuti, giustamente, propedeutici a qualsivoglia valutazione di “1999”: la giovanissima età dell’mc (l’anno di nascita è il millenovecentonovantacinque!) e il ricorso a sonorità che vanno ben oltre il mero tributo alla golden age, rievocata direttamente nella scelta del sound (e, più che nelle strumentali edite di MF Doom e J Dilla, in quelle prodotte ex novo). Sarebbe più corretto, a mio parere, aggiungere un terzo punto fermo: l’abilità di Joey nel Rap (potremmo anche utilizzare il termine talento, considerata la modesta esperienza raggiunta) declinata in pressoché tutti gli aspetti di questa disciplina, dal flow all’interpretazione, passando per la delivery, la metrica e l’ampiezza del lessico (perfino lo slang, coerentemente, guarda spesso al passato).

Al suo primo mixtape in free download (dunque non c’è ragione per lasciarselo sfuggire), Joey Bada$$ centra equilibri che, ai più frettolosi, hanno fatto venire in mente premature analogie con Nas e Big L, ma che, restando coi piedi per terra, rivelano una realizzazione condotta con grande acume, cogliendo suggestioni davvero imprevedibili (il taglio Jazz di “FromdaTomb$” e “Righteous Minds”), gustose esibizioni di skill (la sfrontatezza di “Killuminati”: <<better shoot yourself Plaxico, because I’m next to go/The Progressive flows from New York to New Mexico>>) e soluzioni non più convenzionali nell’odierno Hip-Hop (quasi dodici minuti di durata per una posse track che vede sfilare uno ad uno tutti i componenti della Pro Era, la crew di JB).

Il mood abbraccia sfumature spesso malinconiche (“Summer Knights”: <<remember those days it was hard to find a living/but now we got ends and it’s only the beginning>>) o introspettive (“Hardknock“), “1999” non è però un disco cupo; al contrario, Joey smorza i toni con brani più leggeri (“World Domination”) ed altri molto tecnici (ad esempio “Survival Tactics”: <<cause when niggas start equippin’/and throw the clip in/your blood drippin’/and got you slippin’/under the victim/don’t know what’s hit them>>), rendendo giustizia a una gustosa selezione musicale che convince soprattutto nelle performance dei beatmaker meno conosciuti.

Complessivamente, si tratta di un prodotto che si lascia ascoltare con piacere, una prova introduttiva (seguita da “1999 Rejex“, che raccoglie il materiale non inserito qui) e perciò da valutare con cautela; non mi sbilancio oltre, ma credo che ne risentiremo parlare.

Tracklist

Joey Bada$$ – 1999 (Pro Era/Creative Control 2012)

  1. Summer Knights
  2. Waves
  3. FromdaTomb$ [Feat. Chuck Strangers]
  4. Survival Tactics [Feat. Capital STEEZ]
  5. Killuminati [Feat. Capital STEEZ]
  6. Hardknock [Feat. CJ Fly]
  7. World Domination
  8. Pennyroyal
  9. Funky Ho’$
  10. Daily Routine
  11. Snakes [Feat. T’nah Apex]
  12. Don’t Front [Feat. CJ Fly]
  13. Righteous Minds
  14. Where It’$ At [Feat. Kirk Knight]
  15. Suspect [Feat. Pro Era (Capital STEEZ, CJ Fly, Chuck Strangers, Dyemond Lewis, NYCk Caution, Kirk Knight, Rokamouth, T’nah Apex and Dessy Hinds)]

Beatz

  • Chuck Strangers: 1, 3, 10, 15
  • Freddie Joachim: 2
  • Vin Skully: 4
  • Knxwledge: 5
  • Lewis Parker: 6
  • MF Doom: 7, 8
  • Lord Finesse: 9
  • J Dilla: 11, 14
  • Statik Selektah: 12
  • Bruce LeeKix: 13

Scratch

  • Statik Selektah: 3

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
IllBillSeptagram.jpg