J Dilla – Dillanthology I (Dilla’s Productions For Various Artists)

Voto: n.g.

Dal 10 febbraio 2006 ad oggi c’è stato un continuo rincorrersi di uscite a nome Jay Dee/J Dilla: album postumi, riedizioni, bootleg, registrazioni di vario genere; ora è la volta dei tedeschi della Rapster Records, che in questo primo volume di “Dillanthology” (titolo da non confondere con l’analoga operazione della Grand Slam Records in sei doppi vinili, “Anthology” appunto) raccolgono undici tracce che in buona parte conosciamo già da tempo a memoria. I brani, presi singolarmente, non necessitano di commenti, quando metti in fila autentici gioielli come “Runnin'” (“Labcabincalifornia”, 1995), “Fall In Love” (“Fantastic Vol. 2”, 1998), “The Light” (“Like Water For Chocolate”, 2000), “Didn’t Cha Know” (“Mama’s Gun”, 2000) e “Dynamite!” (“Things Fall Apart”, 1999) viene difficile premere stop sulla plancia dello stereo, tuttavia una selezione di questo genere poteva farla quasi chiunque mettendo giusto un po’ d’ordine tra i propri dischi.

Premesso allora che è del tutto inutile sindacare sulla scelta del materiale inserito, perché a disposizione c’è una discografia che definire ampia è poco, a “Dillanthology I” mi sembra di poter muovere quantomeno due critiche: in primis un’antologia, per essere tale, necessita di maggiore organicità, qui invece si sono solo messi assieme undici estratti il cui comune denominatore è dato dalla paternità dei beat, non c’è né un filo conduttore né una specifica chiave di lettura a legare un episodio a quello successivo (il termine più corretto diventa dunque compilation, qui in senso negativo); punto numero due, non meno importante, un compact disc ha spazio per circa ottanta minuti di durata, riempirli tutti si rivela spesso un errore ma limitarsi a tre quarti d’ora sa un po’ di taccagneria, ecco allora che un’operazione vaga e approssimativa poteva improvvisamente trovare il guizzo decisivo inserendo un remix come si deve, la b-side introvabile o qualche inedito innocuo ma che fa sempre piacere conservare nella propria collezione.

Certo, resta il valore di quanto espresso da Dilla e tutti gli altri, mi auguro però che “Dillanthology II” avrà qualche ingrediente in più perché la minestra, così com’è, sembra riscaldata un po’ troppo frettolosamente…

Tracklist

J Dilla – Dillanthology I (Dilla’s Productions For Various Artists) (Rapster Records 2009)

  1. Runnin’ (The Pharcyde)
  2. Fall In Love (Slum Village)
  3. The Light (Common)
  4. Didn’t Cha Know (Erykah Badu)
  5. Stakes Is High (De La Soul)
  6. Show Me What You Got (Busta Rhymes)
  7. Dynamite! (The Roots)
  8. Hip Hop Quotable (A.G. feat. Aloe Blacc)
  9. Drop (The Pharcyde)
  10. I Believe In You (Amp Fiddler)
  11. Dollar (Steve Spacek)

Beatz

All tracks produced by J Dilla except track #5 co-produced by De La Soul

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
IllBillSeptagram.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg