Huga Flame – Facce da Huga

“Facce da Huga” viene progettato e proposto come un prodotto per il web, infatti lo potete scaricare gratuitamente dal sito degli Huga Flame: se vi dovesse piacere, poi, potrete anche acquistarne una copia fisica. La scelta di Livio, Dydo e Dj Ronin è sicuramente ardita, ma al tempo stesso intelligente e studiata. Oramai lo sanno anche i sassi che in Italia, se non sei spinto da una major o se non sei già arcinoto, difficilmente potrai vendere molte copie del tuo disco; il trio di Varese decide quindi di puntare sul free download come mezzo promozionale in modo da farsi conoscere da più gente possibile: la cosa funziona alla grande e infatti in poco tempo registrano un numero di download quantificabile in qualche decina di migliaia.

Risultato ottenuto grazie a ciò che “Facce da Huga” trasmette: un album fresco, che cavalca l’onda dell’Hip-Hop odierno senza scadere nel tranello del banale e del già sentito – ahinoi, senza neppure eccedere in originalità, però. Il problema si percepisce soprattutto nelle strumentali di Livio, tecnicamente ben realizzate, decisamente superiori a quelle dei demo e delle classiche autoproduzioni, ma imbrigliate nel gusto di ciò che va di moda attualmente, senza osare nulla di nuovo. Gli Huga affrontano tuttavia argomenti impegnati, come la politica in “Su col morale”, la pedofilia in “Sexcrime”, la critica sociale in “Non va” e in “Ce lo proibiscono”, pur perdendosi un po’ in futili elucubrazioni su argomenti oramai triti, come quando si parla di amore con eccessiva smanceria. Questa sensazione è sostenuta anche dalla presenza massiccia di ritornelli cantati, che alla lunga risultano pesanti e mielosi.

Personalmente, avrei preferito qualche traccia in meno (venti sono tante!), ma con una maggiore solidità e compattezza, magari sui livelli di “Vi odio pt. 2”, una vera coltellata per quanto riguarda la base, il Rap e i contenuti. <<Le più fighe scarpe di New York non bastano a farti percorrere più strada nell’Hip-Hop>>: ecco, se lo standard fosse stato questo, avremmo rischiato di gridare al mezzo miracolo. Diciamo che i presupposti ci sono, la serietà idem, tocca mettere a puntino la formula; tanto più avendo in casa un Dj Ronin che, coi suoi scratch, si mette in luce positivamente in quasi tutte le tracce. Ad ogni modo, se cercate un album morbido e che ambisce al mainstream, con “Facce da Huga” andrete certamente sul sicuro.

Tracklist

Huga Flame – Facce da Huga (No label 2007)

  1. Facce da Huga
  2. 2.30 in provincia
  3. Ancora una [Feat. Othello]
  4. Vi odio pt. 2
  5. A volte mi assale
  6. Una come te [Feat. Sonya]
  7. Su col morale [Feat. Hego e Lana]
  8. Coltelli da cucina
  9. Mi rompono il cazzo [Feat. Puni e Jack The Smoker]
  10. Tutto in un abbraccio
  11. Esco a fare due passi
  12. Sexcrime
  13. Questa notte
  14. Cio che non potrei dire
  15. Non va [Feat. Shai]
  16. Guidami
  17. Mi stai addosso
  18. Ce lo proibiscono [Feat Alessio Beltrami]
  19. Te l’avevo detto
  20. Lontano

Beatz

Tutte le produzioni di Livio tranne la traccia #20 di Dj Ronin

Scratch

Tutti gli scratch di Dj Ronin