Hands Down – Art Of Life

Voto: 3 + | Reviewed by Dr. What?

Hands Down, ossia Charon Don dei Juju Mob e Dj Huggy, un mc e un dj/producer che, come spesso accade ultimamente, fanno squadra alla ricerca di affiatamento e coerenza stilistica per sfondare nel mercato underground. Partiamo subito col dire che questo tipo di accoppiamento, parecchio in voga nei primi anni novanta, non è sempre vincente: in alcuni casi si potrebbe reagire negativamente alla similarità di certi temi musicali, soprattutto se questi non contengono un’elevata dose di innovazione. Senza troppi giri di parole, è questo il motivo per il quale “Art Of Life” non farà parlare a lungo di sé, nonostante sia un lavoro che vantava già da parecchi mesi ottime aspettative tra i fan.

Se ammirate lo stile autoironico e diretto di Reef The Lost Cauze, non avrete alcun problema a simpatizzare anche per Charon Don: metriche semplicemente perfette, ottimo uso di allitterazioni, un flow da capogiro e tanta, tanta intelligenza nei testi. Il nativo di Pittsburgh scruta diligentemente l’essere umano, evita facili e modaioli gangastarismi mirando alla solida costruzione di personalissime riflessioni sull’arte di vivere. Il punto a sfavore, però, come avrete facilmente capito lo porta in tavola un Dj Huggy davvero poco ispirato. Sinceramente, dopo “Black Candles” e “Feast Or Famine” da un Juju Mob ci si aspettano sonorità più massicce, un’ossatura musicale decisamente complessa e tecnicamente all’altezza dell’ottimo lavoro presentato dall’mc. Pochino davvero di tutto ciò: Huggy abbonda coi momenti rilassati e con l’uso del sintetizzatore, diminuendo vistosamente il sostegno musicale subito dopo la prima metà dell’album.

Buone “Stop”, “Ghetto”, “Judge Wize” e soprattutto “Observers”, con un immenso Killah Priest. Il resto non è da buttare, tuttavia il talentuoso Charon Don dribbla senza troppe noie le buche lasciate dal proprio dj ed eleva il livello del suo debutto ben sopra la sufficienza, meritandosi un serio ascolto con tanto di applauso per la concretezza delle liriche. In conclusione, “Art Of Life” è un disco che non deve mancare nella collezione di ogni Juju-fan; gli altri, dopo un po’ di ascolti (comunque doverosi), passeranno di sicuro a qualcosa di diverso.

Tracklist

Hands Down – Art Of Life (Good Hands 2007)

  1. Intro
  2. Just Wanna Know [Feat. Reef The Lost Cauze]
  3. Ready Or Naught
  4. Up In Here [Feat. Lil Scrappy and Rah Digga]
  5. Alphanumeric
  6. Stop (Best Beware)
  7. Ghetto [Feat. Dynamiq]
  8. From Around Here [Feat. Wiz Khalifa]
  9. Frequency Of Love [Feat. BeLove]
  10. Free
  11. Judge Wize
  12. Observers [Feat. Killah Priest]
  13. Motherless Child
  14. Make It Good
  15. Anything Can Happen
  16. Act Like You Know [Feat. Chief Kamachi]
  17. Get Up Now [Feat. Leymar White]
  18. Bonus Track

Beatz

All tracks produced by Dj Huggy

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
IllBillSeptagram.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg