Ghostface Killah – Supreme Clientele

Voto: 4,5

Immancabilmente, ogni volta che mi trovo davanti a un nuovo album dei membri del Wu-Tang Clan la mia attenzione è rivolta anzitutto alle produzioni. Il caso di “Supreme Clientele” è strano: dieci produttori per quattordici tracce (esclusi intro, outro e skit), una vera e propria squadra e bene o male quasi tutti hanno fatto un ottimo lavoro. Ma la vera sorpresa è che Ghostface Killah abbia voluto sul suo album due tracce riciclate: in “Saturday Nite” il sample (“Shine” di Lamont Dozier) riprende lo stesso taglio usato da Lee Stone per “Mayor” di Pharoahe Monch, in “Stay True” ritroviamo invece la medesima strumentale che Inspectah Deck ha realizzato per “Elevation”. Pensandoci bene, quello di Ghost è un vero e proprio vizietto, dato che già “Daytona 500” suonava tale e quale a un pezzo degli EPMD…

Ad ogni modo, non è che la cosa guasti particolarmente l’album; a togliergli un mezzo punticino è invece l’“Iron’s Theme”, una sigletta orrenda tratta da un telefilm americano degli anni ’60 che ci viene riproposta più volte (nell’intro, nell’outro e in un inteludio): inutile. Per quel che riguarda l’mc, possiamo dire che qui sia in piena forma! Ha migliorato tantissimo il suo approccio al microfono ed è molto piacevole ascoltare la sua voce e le sue rime scorrere fluide sui beat realizzati alla perfezione da ciascuno dei produttori coinvolti. Inoltre, “Supreme Clientele” è ricco di featuring di membri del Clan: ci sono proprio tutti e perfino il riservatissimo GZA ci regala una gemma in “Wu Banga 101”, accompagnato da Cappadonna, Masta Killah e Raekwon su una base potentissima di Mathematics. Un altro pezzo stupendo è “Buck 50”, in primo luogo per la splendida base di RZA (mi ricorda “Ms. Fat Booty” di Mos Def), poi per i featuring ancora una volta di pregio: Method Man, Redman e Cappadonna. A mancare in carne e ossa è il solo Ol’ Dirty Bastard, ma ci pensano RZA e Ghostface a rievocarlo in “The Grain”, rispolverando una sua vecchia strofa tratta da “Don’t U Know” – una chicca.

Difficile dire quale sia il pezzo migliore tra “Wu Banga 101”, “Buck 50”, “One”, “Child’s Play”, “Apollo Kids” e “Nutmeg”: non saprei proprio quale scegliere. So, però, che non è il caso di dormire su “Supreme Clientele”, perché Ghosface Killah viaggia su livelli supremi.

Tracklist

Ghostface Killah – Supreme Clientele (Razor Sharp Records 2000)

  1. Intro
  2. Nutmeg [Feat. The RZA]
  3. One [Feat. T.M.F.]
  4. Saturday Nite
  5. Ghost Deini [Feat. Superb]
  6. Apollo Kids [Feat. Raekwon]
  7. The Grain [Feat. The RZA]
  8. Buck 50 [Feat. Cappadonna, Method Man and Redman]
  9. Mighty Healthy
  10. Woodrow The Base Head
  11. Stay True [Feat. 60 Second Assassin]
  12. We Made It [Feat. Superb, Chip Banks and Hell Razah]
  13. Stroke Of Death [Feat. The RZA and Solomon Childs]
  14. Iron’s Theme – Intermission
  15. Malcolm
  16. Who Would You Fuck
  17. Child’s Play
  18. Cherchez Laghost [Feat. U-God and Madam Majestic]
  19. Wu Banga 101 [Feat. GZA, Cappadonna, Masta Killah and Raekwon]
  20. Clyde Smith
  21. Iron’s Theme – Conclusion

Beatz

  • Arthur Wilson: 2
  • JuJu: 3
  • Carlos “Six July” Broady: 4, 12
  • The Blaquesmiths: 5
  • Hassan: 6
  • The RZA: 7, 8, 17
  • Allah Mathematics: 9, 19
  • Inspectah Deck: 11
  • Choo “The Specializt”: 15
  • Carlos Bess: 18
The following two tabs change content below.
Fuso

Fuso

Fuso

Ultimi post di Fuso (vedi tutti)

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
IllBillSeptagram.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg