Esce oggi “Addio, a domani.” di Don Diegoh

“Addio, a domani.”, in uscita oggi per Macro Beats e distribuito da Artist First, segna il ritorno da solista di Don Diegoh dopo una serie di lavori composti e firmati sempre in coppia con un solo produttore, l’ultimo – “Disordinata armonia (XL edition)”, realizzato con Macro Marco – rilasciato a fine 2019. Questa scelta viene presto spiegata dall’intimità dei temi trattati dal rapper calabrese classe ’84: “Addio, a domani.” è infatti un racconto che ruota intorno alla sfera dell’amore, descritto in tutte le sue sfumature e fasi. Inizia da una fine, narrando le conseguenze dell’interruzione di una storia, per poi attraversarne tutti gli step: i ricordi, l’incontro improvviso con una nuova persona, i bilanci, i sogni, le paure, i momenti più critici e le riflessioni sul futuro. Si chiude, infine, con una lunga lettera che Diego scrive a sé stesso per guardarsi dentro e disegnare un nuovo inizio. Per parlare di quest’album – racconta – devo partire da un dettaglio per me importante: negli ultimi vent’anni, raramente avevo scritto i miei testi su un foglio. Ho sempre tenuto quasi tutto in testa, puntando sulla mia memoria. Per la prima volta, ho cambiato questo processo: scrivere sul foglio mi è servito, paradossalmente, a dimenticare. A non tenere più dentro molte delle esperienze contenute in queste canzoni, per fare spazio al presente. Questo è, dunque, il disco che avrei sempre voluto fare: per crescere come individuo, per sfidarmi dal punto di vista artistico, per lasciare il passato dov’è e costruire il futuro. La volontà di uscire dalla propria comfort zone si sviluppa anche e soprattutto attraverso la cifra stilistica del disco. Alle rime si aggiungono elementi come il canto, la melodia, la selezione di musicisti in grado di rendere l’opera un percorso sonoro e di generi inedito nella discografia dell’artista, capace di portare Don Diegoh oltre i suoi confini. A firmare la maggior parte dei brani è gheesa, punta di diamante del roster Macro Beats, che ha cucito su misura il vestito musicale di “Addio, a domani.”; impreziosiscono il lavoro due tracce prodotte dai Fratelli Cosentino, due prodotte da Christian Nife dei Dam81 – che è anche l’unico featuring al microfono – e il giovanissimo Dejatex, più una targata Macro Marco. L’art direction è stata affidata a Fabrizio Pisani, mentre l’artwork è opera di Alberto (Dest) De Seta. Tutte le scritte sulle cover sono state realizzate a mano dallo stesso Don Diegoh.

https://dondiegoh.lnk.to/addioadomani