Denzel Curry and Kenny Beats – Unlocked

Voto: 4

C’è un elefante bello grosso al centro della stanza – con le pupille perennemente sgranate e l’espressione da folle – che oramai nessuno può più ignorare. Anche chi in passato lo aveva schifato per le sue (non rare) incursioni transfrontaliere, nella Trap piuttosto che nel Punk Rock, difficilmente potrà negare a Denzel Curry la bontà dei gradi che reca oggi sul petto. L’avete sentito qualche giorno fa ai microfoni di Sway? A margine di una chiacchierata sul suo ultimo progetto, il ragazzo si è rifatto il filo della lingua sul beat di “Trap Door”, improvvisando uno di quei flow che ti fan passare la voglia di mettere un piede nel booth dopo di lui.

E’ esattamente questa la linea di condotta che ritroviamo in “Unlocked”. Un EP che dura poco più di un quarto d’ora; realizzato di getto a quattro mani (le altre due sono di Kenny Beats) in una di quelle sessioni a tenuta stagna in cui il Rap è libero di manifestarsi mantenendo la sua consistenza più primordiale, senza troppe briglie concettuali. In altre parole: barre su barre, ma con la giusta varietà di colore. Ed è una bella novità per uno abituato a rotolarsi forsennatamente nel proprio guardaroba musicale, venendosene fuori con un look diverso ogni volta che i riflettori lo mettono nel mirino.

Tutti conoscono il Denzel Curry di “CLOUT COBAIN”; molti meno ricordano invece quello di “RICKY” e “Black Balloons Reprise”. Ed è qui che “Unlocked” entra a gamba tesa; e – non me ne voglia il buon Kenny Beats – avvalendosi di una regia musicale più semplicistica del solito, questo schiacciasassi della Florida per una volta pretende ogni attenzione solo per sé, forte di un solo messaggio da veicolare: che lui è migliore del tuo rapper preferito.

A supporto della tesi di ci sono argomentazioni come Take_It_Back_v2, che sono obiettivamente difficili da contestare. L’intro si traduce in un sinistro boom bap puntellato da synth striduli, Denzel irrompe sulla passerella e ringhia come uno che si è diplomato alla scuola degli oscuri anni novanta, sgretolando via la vernice dalla parete del beat. Quando uno rappa così, finisce per spaccare anche se sta recitando la lista della spesa, figuriamoci poi se si mette a scrivere roba alla MF Doom sotto steroidi (<<Harry Potter clip filled with deadly ass hollows/bangin’ out your trunk but it’s not a Monte Carlo>>).

Considerando che la difesa di Denzel Curry si esaurisce nel giro di diciotto minuti, sarebbe scorretto da parte mia mettermi a fare spoiler dettagliato su questa piuttosto che su quella traccia. Ma potrei mai ignorare momenti come “So.Incredible.pkg”, “Diet_” e “’Cosmic’.m4a”? Ecco, quindi non fatemi dire altro e datevi da fare; io vi aspetterò qui per i ringraziamenti.

Tracklist

Denzel Curry and Kenny Beats – Unlocked (PH Recordings 2020)

  1. Track 01
  2. Take_It_Back_v2
  3. Lay_Up.m4a
  4. Pyro (Leak 2019)
  5. Diet_
  6. So.Incredible.pkg
  7. Track07
  8. ‘Cosmic’.m4a

Beatz

All tracks produced by Kenny Beats

The following two tabs change content below.