Curren$y and The Alchemist – Continuance

Voto: 4 +

“Continuance”. In italiano, continuazione; o, se preferite, proseguimento. In ogni caso, quello è il succo del discorso e quello rimane. Ed è oggettivamente difficile immaginare una titolazione alternativa che sia più adeguata di questa per battezzare l’ultima fatica di due infaticabili animali da studio come Alchemist e Curren$y.

Continuazione perché oramai è un’abitudine: è la terza volta che questi due signori si ritrovano a incrociare le rispettive arti nobili, dopo averlo fatto nel lontano 2011 in “Covert Coup” e nel non più così vicino 2016 in “The Carrollton Heist”. Continuazione perché il tassello va a incastrarsi in due agglomerati discografici in sempiterna espansione; tra i più densamente popolati – e senza mai rinunciare alle finiture d’alto standing – che la doppia acca abbia sulla mappa. Continuazione perché è il loro comune denominatore. E lo è da ben prima che le strade (lunghissime) che hanno percorso finissero per intersecarsi: sono fisicamente incapaci di fermarsi.

Si continua, quindi, ma non è un seguito. Parole dello stesso Spitta che, anticipandone l’arrivo alla vigilia della scorsa estate, parlava di scarpe troppo grandi da riempire in merito alla possibilità di dare ufficialmente un futuro canonico a quel primissimo sodalizio con l’Alchimista. Dichiarazione del tutto lecita. E, perché no, anche un po’ affettuosa e nostalgica. Indubbiamente apprezzata dal sottoscritto, che – vi confesso – preferisce le storie che prendono vita dal foglio bianco a quelle che si ramificano partendo dal riassunto delle puntate precedenti. Ma, tornando alle scarpe di cui sopra, metto a verbale pure che il numero di piede di questo “Continuance” non è di certo inferiore. E il passo è quello che abbiamo imparato a conoscere; mai titubante nonostante sia chiamato a muoversi nelle nebbie sprigionate dalle partiture di Alchemist. L’andatura al micro è letargica, a non esserlo mai è invece la regia che mette nei pezzi.

Prendete Reese’s Cup. Accade tutto in poco più di un minuto e mezzo: mentre ALC si stiracchia le dita sul piano, Spitta apparecchia sottovoce la scena (<<Chevys on switches/smoking weed in it, girl, don’t post me in your pictures>>) prima del ciak. A quel punto si gira: al via la strofa – zeppa di quei piccoli accorgimenti che sembrano irrilevanti, almeno fino a quando non ti accorgi che le rime si animano e si colorano direttamente nella tua testa – e conclusione. Una formuletta quasi banale; qualcuno potrebbe anche dire pigra. Eppure funziona. E funziona terribilmente bene. In Half Moon Mornings così come in The Tonight Show. E, quando capita, ci si aggiunge pure il ritornello, come nel caso della fumosissima Obsession, un raffinato oppiaceo con cui dare il giusto kick alle playlist primaverili. E’ quasi solo quando la porta si spalanca per lasciar entrare qualcuno degli ospiti che l’impostazione cambia.

Solo quella, perché le nebbie – accentuate dal coma farmacologico imposto alle batterie dall’Alchimista – non si diradano mai. Le strofe si allungano e i tempi si dilatano, mettendo in campo soluzioni sceniche più assimilabili a usi & costumi della tradizione. Tanta ospitalità i due la riservano ad esempio a Styles P, Havoc e Boldy James. Quest’ultimo, co-titolare della premiata ditta “Bo Jackson” con lo stesso Maman, restituisce il favore ricevuto per “Fake Flowers” irrorando il suo slow flow sugli umori canterini di No Yeast. E un beat del genere non poteva finire in mani migliori. <<That “Gucci North Face” intersecting like a figure 8/homies in competition, bro, I ain’t know that this was a race>>. Capito?

Il nostro verdetto quindi vede e rilancia sul titolo. Perché finché questi due andranno avanti a fare quello che fanno, così come lo hanno fatto anche questa volta, noi andremo avanti a premere felicemente play ogni singola volta.

Tracklist

Curren$y and The Alchemist – Continuance (ALC Records/Jet Life Recordings 2022)

  1. Half Moon Mornings
  2. Reese’s Cup
  3. No Yeast [Feat. Boldy James]
  4. Obsession
  5. Corvette Rally Stripes [Feat. Havoc and Wiz Khalifa]
  6. Whale Watching [Feat. Styles P]
  7. The Tonight Show
  8. Signature Move
  9. Louis Baggage [Feat. Babyface Ray]
  10. The Final Board
  11. Jodeci Tape
  12. Endurance Runners [Feat. Larry June]
  13. Kool & The Gang

Beatz

All tracks produced by The Alchemist

The following two tabs change content below.