Coaxial – Coaxial

Voto: 4,5

coax06500Ciò che ci accingiamo ad affrontare è di certo un lavoro non facile e neppure di rapida assimilazione. “Coaxial” rappresenta uno dei tanti eldorado che un digger ogni tanto riesce a scovare nel polveroso scaffale di qualche anonimo negozio di dischi – o nell’oceano della rete informatica… Scordatevi comunque di vedere i Coaxial nei più diffusi ptp, non ce n’è traccia; io l’ho reperito tramite un famoso store inglese, ingolosito dagli apprezzamenti positivi e anche dal prezzo vantaggioso. Dopo il primo, preparatorio EP uscito nel 2005 (“The Phantom Syndrome”), un anno dopo esce il vero e proprio album del duo, che ne conferma la personalissima via stilistica.

Loro sono Beegs Alchemy, l’mc, e David K, il produttore; entrambi provenienti dalla Virginia ma attualmente in California, più precisamente a Long Beach. Il dato geografico non deve però trarvi in inganno perché la timbrica scelta è tutt’altro che west… L’Hip-Hop dei Coaxial ha un marcato sapore Indie, sperimentale e visionario. Il rap di Beegs, stilisticamente parlando, è per scelta cadenzato, monocromatico e piatto, carattere che va a cozzare con le immagini e i voli pindarici dei testi, ricchi di metafore e declamati tutti d’un fiato con perenne assenza di ritornelli. Ulteriore contrasto è dato dalle strumentali molto ricercate e complesse. Proprio l’ampiezza di sapori presenti nei suoni, nelle ritmiche e nelle atmosfere rivela uno studio attento e che deve più di qualcosa alla psichedelia, un approccio capace di attivare visioni e sogni ad occhi aperti.

Un primo, possibile paragone rimanda a El-P e ai suoi Company Flow, perché in “Coaxial” aleggia una sorta di lucida follia che conduce l’ascoltatore come sotto ipnosi; non una similitudine stilistica, quindi, ma una matrice altrettanto astratta e che al grande pubblico risulterà poco agevole. Chi invece è abituato a mettersi alla prova con uscite di difficile catalogazione, originali anche se ostiche, verrà ripagato con abbondanza d’interessi – dunque mi auguro facciate parte del secondo gruppo…

Tracklist

Coaxial – Coaxial (Gold Standard Labs 2006)

  1. Il’s Not My Voice
  2. Accept Your Insanity
  3. Once Against
  4. Recluse
  5. Hello Andromeda
  6. The Collapse Of Polaris
  7. The Obscure Torment
  8. Illusion
  9. Dragonsnot
  10. Strange Days
  11. Document The Monster
  12. Mold
  13. Galactic Tsunami

Beatz

All tracks produced by David Krepinevich except track #5 by Beegs Alchemy

The following two tabs change content below.
Moro

Moro

Moro

Ultimi post di Moro (vedi tutti)

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
IllBillSeptagram.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg