AA.VV. – Definitive Jux Presents IV

Voto: 3,5 | Reviewed by agent.org

Che la Def Jux non sia più quella di una volta, oramai si sente dire spesso. Che non ci sia più molto di alternativo, scioccante e assurdo in quel che fanno, oramai è assodato. L’effetto è un po’ passato, ma bisogna ammettere che la qualità rimane comunque alta e non ci si può stancare delle cose di qualità, knowmsayin’? Il quarto episodio della saga “Definitive Jux Presents…” ci propone una label non più splendida e scintillante come quella del 2001, tuttavia ancora capace di elargire sonore legnate ai suoi detrattori e anche a coloro che sono alla ricerca di un po’ di Rap (e non solo) come si deve.

Il roster dei Jukies è uscito un po’ incerottato dalle vicissitudini di questi ultimi anni; i Cannibal Ox, tra scazzi e cliniche, sono un lontano, splendido ricordo, RJD2, colui che faceva davvero la differenza in ambito di musica strumentale, si è dato a canto e chitarra, Lif c’è e non c’è (e quando c’è non spinge a dovere), gli Hangar 18 sono finiti, Camu Tao ci ha lasciati, Murs ha finito la gavetta e gli altri sono rimasti semplicemente di contorno. I veri baluardi dell’etichetta newyorkese continuano però a perseverare, s’inventano nuove collaborazioni, si celano dietro supergruppi e si preoccupano di fare solo ciò che sanno fare meglio. Tante novità, tante succose anticipazioni ci regala “…IV”, su tutte la preview di quello che si preannuncia uno dei dischi più esplosivi che ci appresteremo a sentire (forse) il prossimo anno, “Reports Of A Possible Kidnapping”, piccola concessione da quello che sarà il lavoro del supergruppo The Weathermen, un beat concreto e potente prodotto da El-P ed Aesop Rock che vede al microfono oltre questi ultimi anche il sempre più discusso Cage, che – udite udite – tira giù una strofa coi controcazzi oltre i 50 bpm.

Un sempre più impegnato Aesop Stachanov Rock si prodiga anche di produrre “Worm In Her Vein” di Cage, traccia sulla falsariga di ciò che abbiamo ascoltato in “Depart From Me” ma decisamente più raffinata, e “D-Up”, primo e assordante vagito del misterioso progetto Hail Mary Mallon aka Aesop Rock + Rob Sonic + Dj Big Wiz (!); un sempre più grezzo El-P, dopo aver fatto una figura barbina nel disco di Cage, riesce invece a creare qualcosa di abbastanza suggestivo con “How To Serve Man (The Meanest Things I’d Never Say)” (che sia rivolta a Vast Aire?), senza però uscire da quel vortice di arpeggiatori e batterie smangiucchiate che l’ha ormai risucchiato completamente. Altre note positive le danno il solito, inconfondibile Rob Sonic, col suo tipico Rock Elettronico in “Domestic Animals”, il compianto Camu Tao nella gnarlsbarkleyana “When You’re Going Down” e in quello che poteva essere l’interessante progetto Hip-Rock Central Services in coppia con El-P, il quale stavolta riesuma “We Do The Work, You Do The Pleasure” (ennesimo tassello di un lavoro che probabilmente non vedrà mai la luce), i Chin Chin di Wilder Zoby, protettissimi di El-P, che propongono “Live Or Die”, un Pop/Funk con tanto di intro latineggiante, quindi il freschissimo Despot, piccoletto col flow velenoso che fa ben sperare dai tempi di “Homesickness” e che anche stavolta, con “Look Alive” su uno splendido beat di E*Vax dei Ratatat, conferma di stare al Rap come Topper Headon alla batteria – preciso, tagliente, mai fuori posto – facendoci sospirare per “Hooray For Me”.

Ovviamente le note stonate ci sono, come ci sono sempre state negli episodi precedenti; gli indiziati sono Yak Ballz (e ti pareva…) che dovrebbe tirarsela di meno, smetterla di assomigliare al brutto figlio di Giorgio Moroder e cercare di fare un po’ di buona musica, “Gas Galaxy” e “Halogen Glow” (quest’ultima in particolare è un obbrobrio) sono semplicemente due tracce inutili su cui non vanno spese troppe parole, nonché il buon vecchio Mr. Lif, che lascia da parte le invettive e s’improvvisa party-man in “Digi Data”, facendosi accompagnare dalla cantante Miz Metro e da una strumentale che definire scandalosa è ben più che riduttivo.

Eppure, nonostante tutto e considerata la somma, le anticipazioni sono tante e le sorprese non mancheranno. La Def Jux fa ancora ben sperare…

Tracklist

AA.VV. – Definitive Jux Presents IV (Definitive Jux 2009)

  1. Reports Of A Possible Kidnapping (The Weathermen)
  2. When You’re Going Down (Camu Tao)
  3. Look Alive (Despot)
  4. Worm In Her Vein (Cage)
  5. Gas Galaxy (Yak Ballz)
  6. Digi Data (Mr. Lif feat. Miz Metro)
  7. D-Up (Hail Mary Mallon)
  8. We Do The Work, You Do The Pleasure (Central Services)
  9. Domestic Animals (Rob Sonic)
  10. Halogen Glow (Yak Ballz)
  11. Live Or Die (Chin Chin)
  12. How To Serve Man (The Meanest Thing I’d Never Say) (El-P)

Beatz

  • Aesop Rock and El-P: 1
  • Camu Tao: 2
  • E*Vax: 3
  • Aesop Rock: 4, 7
  • Chapter 7: 5
  • Budo: 6
  • El-P: 8, 12
  • Rob Sonic: 9
  • House Of Blow: 10
  • Chin Chin and It’s The Sound: 11

Scratch

  • Dj Big Wiz: 7

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
IllBillSeptagram.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg