Pusha T – King Push – Darkest Before Dawn: The Prelude

Voto: 4 + +

PushaTKingPush500Pusha T è saldamente al vertice della catena alimentare. Ha amici molto potenti, referenze ed endorsement elargiti da suoi contemporanei e da leggende della vecchia scuola, un curriculum che parla da sé e tutta una serie di avversari che ben si guardano dal chiudere una rima pronunciando invano il suo nome. Pensate quindi che se la stia godendo? Crogiolandosi fra lodi e filigrana? Macché! Nemmeno il tempo di dar forma alla sua nuova poltrona che il neopresidente della G.O.O.D. Music si è subito rinchiuso in studio, sottoponendosi a una terapeutica sessione intensiva. “Darkest Before Dawn” è solo il preludio a quel che sarà il vero “King Push”, eppure si rivela subito come il miglior prodotto mai concepito dal brand Pusha T.

Un disco anomalo, dall’estetica spettrale e pervaso da un liricismo ermetico ed essenziale in cui ogni parola appare consapevole del proprio peso specifico e della propria collocazione, come traspare già dalle primissime battute, quando introduce le sue cinquanta sfumature di bianco (<<I speak to the Trap lords/and niggas with their hands in the white like blackboards/I done been black balled/and never gave a fuck ‘cause I’m Jack Frost>>) su un raro beat tribale non-fotocopia di Metro Boomin. Questa anomalia, legata anche ai beat, costituisce un’altra peculiarità di Pusha, che incalza sempre i propri producer ad affiancare la sua vena stilistica piuttosto che affidarsi alle loro consuetudini. E’ il caso della scarna algidità di “Untouchable”, su uno fra i beat meno alla Timbo (e più efficaci) mai prodotti da Timbaland, e del boom-bap al tritolo di “F.I.F.A.”, che sfido chiunque ad attribuire alle mani di Q-Tip; centodieci e lode in entrambi i casi. Anche il buon Sean Combs (già produttore esecutivo) se guidato, e pesantemente affiancato, dimostra di avere qualche freccia acuminata al proprio arco: “Crutches, Crosses, Caskets” veste alcune fra le barre più taglienti dell’intero album (<<Rappers is victimized at an all-time high/but not I, you Pop niggas thought I let it fly/I’m Yasiel Puig, I’m in another league/I defected, only thing we have in common, niggas bleed>>) con un’eleganza che riporta alla mente i fasti di “Hell Hath No Fury”. “M.P.A.”, ben più profonda di quanto l’acronimo non suggerisca (<<For real, we made you watch from afar/even talked down on you, trying to dim your star/until we seen them foreign cars pull up/and watch them pick you up/and then we realized we missed a diamond in the rough>>), vede J. Cole e lo stesso Kanye riesumare con successo le vibrazioni dell’oscura e contorta fantasia di quest’ultimo, mentre l’impegnata “Sunshine” conclude la scaletta nello stile di “My Name Is My Name”, rinforzata dal contrasto fra il ritornello (sontuosa Jill Scott) e la scoraggiante disamina sociale dell’ex-Clipse.

A posteriori, risulta evidente come la traumatica separazione dal fratello abbia in realtà gettato le basi per la sua evoluzione lirica, facendone un paroliere capace di colpire con ogni singola barra. La consistenza sonora di “Darkest Before Dawn” è inoltre al contempo la certificazione di un uomo che ha saputo trasferire l’attitudine maturata in qualità d’artista anche all’interno dei meccanismi della cabina di regia. In questo momento, Pusha T necessita solo di sé stesso. E’ Keyser Söze e Kobayashi allo stesso tempo. In una parola? Intoccabile.

Tracklist

Pusha T – King Push – Darkest Before Dawn: The Prelude (G.O.O.D. Music/Def Jam Recordings 2015)

  1. Intro
  2. Untouchable
  3. M.F.T.R. [Feat. The-Dream]
  4. Crutches, Crosses, Caskets
  5. M.P.A. [Feat. Kanye West, A$AP Rocky and The-Dream]
  6. Got Em Covered [Feat. Ab-Liva]
  7. Keep Dealing [Feat. Beanie Sigel]
  8. Retribution [Feat. Kehlani]
  9. F.I.F.A.
  10. Sunshine [Feat. Jill Scott]

Beatz

  • Metro Boomin, Puff Daddy and G Koop: 1
  • Timbaland and Milli Beatz: 2, 6
  • Boi-1d, Frank Dukes, Hudson Mohawke and The-Dream: 3
  • Puff Daddy, Mario Winans and Robert Ulsh: 4
  • Kanye West, The Pope and J. Cole: 5
  • Puff Daddy, Nashiem Myrick and Donald Davidson: 7
  • Timbaland and Bobby Death: 8
  • Q-Tip: 9
  • Baauer, Kanye West and Mano: 10
The following two tabs change content below.
li9uidsnake

li9uidsnake

li9uidsnake

Ultimi post di li9uidsnake (vedi tutti)

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
FugeesBluntedOnReality.jpg