Mr. Green – The Project

Voto: 3,5

MrGreenTheProjectDifficimente mi capita di prendere in considerazione uscite esclusivamente strumentali, ma in questo caso devo proprio fare un’eccezione. Ho sempre reputato Mr. Green un ottimo produttore, anche se – per un motivo o per l’altro – non ha mai trovato l’occasione giusta per fare il salto di qualità; degli ultimi lavori, probabilmente il più apprezzato fa capo alla collaborazione con Malik B (“Unpredictable”), anche se ne ritroviamo le manine in numerose interessanti produzioni sparse nel nuovo continente, al fianco ad esempio di R.A. The Rugged Man e Vinnie Paz.

Classico produttore alla vecchia maniera, quello dietro i piatti che ha come fine l’esaltazione delle qualità dell’mc di turno; è questa la considerazione che si fa ascoltando “The Project”, dodici brani strumentali con una prima parte associabile al progetto shrooms e una seconda strutturata quale tributo al buon Sean Price. Un lavoro dunque molto semplice e diretto, composto da basi decisamente tradizionali e che si prestano alla perfezione per un’ipotetica battle di freestyle: architetture senza tanti fronzoli con cassa e rullante che la fanno da protagonisti, non una grande originalità nel suono, ma l’essenzialità del tutto alla fine convince. E infatti tra una traccia e l’altra si segnalano minime differenze estetiche: cambiano suoni e velocità, però il mood di fondo rimane lo stesso. Si segnalano ritmi pesanti e diretti come in “Bang”, che apre il lavoro, atmosfere da scantinato molto crude e minimali nel caso di “For Myself”, sample che conosciamo benissimo ed è sempre un piacere ritrovare – in “Yo I Flow” ne individuerete uno usato da Gruff una ventina d’anni fa in “Zero stress”! Qualche strumento aggiuntivo, qua e là, fa la sua figura inserendosi bene tra le tracce, come in “Electric Guitar Systems”, mentre la chiusura è affidata all’unico brano rappato, “Livewire”.

Tirando le somme, quello di “The Project” è il solito Green e le poche pecche le ascriviamo esclusivamente alla struttura del lavoro. Nonostante si tratti di un disco di sole strumentali, avremmo gradito un’impronta, un concept, che desse una direzione precisa all’insieme, costruito invece senza troppi ragionamenti attraverso il collage di una dozzina di basi realizzate grazie all’esperienza che il Nostro di certo ha – e fine del discorso. Nulla di nuovo, ma il clima generale coinvolge e Mr. Green si conferma un beatmaker su cui poter sempre fare affidamento: aspiranti freestyler, a voi l’onore di riempire come meglio credete questi ventitre minuti di energia e preparare la vostra prossima battaglia; per tutti gli altri…boh! In una parola? Dato che qui ci voleva, viva il Rap!

Tracklist

Mr. Green – The Project (Live From The Streets Productions 2016)

  1. Distorted Intro
  2. Bang
  3. Shrooms, Pt. 1: The Work
  4. Shrooms, Pt. 2: Whoa
  5. Shrooms, Pt. 3: Bass Economics
  6. Shrooms, Pt. 4: Electric Guitar Systems
  7. For Myself (Tribute, Pt. 1)
  8. Yo I Flow (Tribute, Pt. 2)
  9. Take Cover (Tribute, Pt. 3)
  10. Loc (Tribute, Pt. 4)
  11. Rewind The Beat (Tribute, Pt. 5)
  12. Livewire

Beatz

All tracks produced by Mr. Green

The following two tabs change content below.

Paolo HCM

Ultimi post di Paolo HCM (vedi tutti)

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
FugeesBluntedOnReality.jpg