Mc BBO & Madrock – Ultimo anno di luce

McBBOMadrock2015500“Ultimo anno di luce” è un viaggio mentale. Ventidue tracce, un’enormità; interludi che citano “Meridiano di sangue” di Cormac McCarthy e riferimenti molteplici a “True Detective”; produzioni variegate, complesse, immense, miliardi di campioni; atmosfere apocalittiche, cupe, oniriche; nichilismo; religione, politica, droga, analisi sociale, famiglia, guerra, umanità; paura, demoni interiori, immagini in suoni. E’ un disco difficile quello di BBO e Madrock. Difficile per la quantità di brani, per il flow di BBO, per i temi, per la visione del mondo di cui è proiezione. Tanto difficile quanto bello, in realtà. Quel tipo di bellezza, però, che ha più a che fare con l’ammirazione e lo stupore che col puro godimento estetico. <<In un mondo dove il Rap è diventato oppio dei popoli>> (“Abbandonando i tuoi occhi”), qui abbiamo il Rap che stanca ma che mantiene svegli. Ed è in ogni caso vero che alcune delle cose che rendono unico questo progetto, possono essere citate allo stesso tempo per indicarne i difetti. La lunghezza, ad esempio.

Dati il peso e la complessità (e, in alcuni casi, l’ermetismo) dei brani e delle particolari atmosfere, si arriva a un punto in cui diventa difficilissimo proseguire l’ascolto. E quanto più è grande e arzigogolato l’edificio, tanto più diventa complicato assaporarne i dettagli. Come dire: si può apprezzare la geniale rivolta estetica di “Finnegans Wake”, ma non ci si può appassionare ad esso come narrazione. Ciò diventa ancora meno facile se, come in questo caso, l’mc non cambia praticamente mai flow. Attenzione: si sta parlando comunque di un rapper in grado di scrivere robe tipo “Come dipingere una tela”! Scrittura strepitosa, sì, ma ora come ora alla lunga sfiancante. A salvare baracca e burattini, giunge allora Madrock. Tutto suo il lavoro alle macchine, maestoso nello spettro dei colori che riesce a mettere a disposizione del socio grossetano, in grado molte volte di alleggerire l’ascolto e renderlo più scorrevole. Avrei voluto scrivere di più, ma è realmente presente un’infinità di cose da poter aggiungere e se sono della caratura in questione, meglio ascoltarle che leggerle. Sono pronto a scommettere che non sentirete niente di simile altrove.

Tracklist

Mc BBO & Madrock – Ultimo anno di luce (Detox Records 2015)

  1. Intro – Alle 3 e 33 da qualche parte
  2. Abbandonando i tuoi occhi
  3. Karim lo sputa palline [Feat. Sig. Malinconoia]
  4. Barnard 68/Interludio – I vecchi, i saggi, la paura
  5. Teratogenesi
  6. Serenata storta
  7. Da solo/Interludio – Il giudice, la guerra, l’uomo
  8. L’insostenibile leggerezza dello stipendio [Feat. Sig. Malinconoia]
  9. Stelle nere
  10. Con un corvo in spalla
  11. Lode alla notte/Interludio – Un comprensibile sguardo dentro
  12. La ballata del baratro
  13. Il mulino nero
  14. La kaleidoscopiana Rose Mary/Interludio – Il mennonita
  15. The hanghover [Feat. Skanda]
  16. Masacazzocazzura [Feat. Madrock]
  17. Come dipingere una tela [Feat. Madrock]/Outro – Il giudice, Tobin, il prete

Beatz

Tutte le produzioni di Madrock

Scratch

  • Dj Kora: 4a
The following two tabs change content below.
Mr. Bushsdoc

Mr. Bushsdoc

Mr. Bushsdoc

Ultimi post di Mr. Bushsdoc (vedi tutti)

Related posts

ClaverGoldRequiem.jpg
AxosMitridate.jpg
SferaEbbastaCharlieCharlesXDVR.jpg