J Dilla – Ruff Draft

Voto: n.g.

Oltre che per sottogeneri, l’Hip-Hop viene spesso suddiviso per epoche, fasi in cui dominano caratteristiche musicali tanto omogenee tra loro da lasciar intravedere un percorso comune, un filo conduttore. L’Hip-Hop dei nostri giorni, in particolare, potrebbe essere scomposto in due periodi: quello pre- e quello post- J Dilla. Il produttore di Detroit ha infatti letteralmente ringiovanito il sound Hip-Hop del duemila, influenzando (specie dopo la sua scomparsa, ma già prima) una lunga fila di estimatori pronti a studiare fin nel minimo dettaglio lo stile e le composizioni sghembe di James Dewitt Yancey.

Uscito inizialmente in Germania per la Mummy Records, l’EP “Ruff Draft” è stato rieditato dalla Stones Throw in un’elegante versione arricchita da tutte le strumentali (nel secondo CD) e una manciata di inediti, l’operazione è chiaramente impeccabile e soprattutto rende giustizia a un lavoro fino ad oggi rimasto un po’ nell’ombra a causa del numero ridotto di copie stampate. Com’è già accaduto per “Donuts” e “The Shining”, al voto numerico ho preferito sostituire un più neutrale n.g., ciò non vuol dire che “Ruff Draft” sia un’opera difficile da inquadrare, non avendo a che fare con una realizzazione postuma è anzi piuttosto agevole percepirne il valore, tuttavia credo sia oramai superfluo quantificare il talento e l’amore che Dilla trasmetteva nella propria musica.

Volendo però collocare “Ruff Draft” con esattezza maggiore all’interno del lungo percorso che va da “Fantastic Vol. 1” a “Donuts”, mi sembra di poter dire che siamo esattamente a metà strada tra le ruvide batterie del primo e i vibranti bassi del secondo, nell’insieme le quattordici tracce presenti (di cui ben sei interludi) ci consegnano un Jay Dee giunto qui a piena maturazione e, tanto per appagare quello che è un giudizio strettamente personale, pesco dal mazzo “Crushin’ (Yeeeeah)” e “Take Notice”, delle quali vi consiglio un ascolto a volume esagerato. Se poi siete pronti a spendere qualche euro in più, allora cercate in rete la Turn It Up Box, ovvero un’edizione a tiratura limitata di “Ruff Draft” su nastro (!), abbinata a una foto e una t-shirt (per chi c’era: quella che J Rocc indossava allo Stones Throw Party di Pisa).

E buon ascolto, ovviamente.

Tracklist

J Dilla – Ruff Draft (Stones Throw Records 2007)

Disc 1

  1. Intro
  2. Let’s Take It Back
  3. Reckless Driving
  4. Nothing Like This
  5. The $
  6. Interlude
  7. Make’em NV
  8. Interlude
  9. Crushin’ (Yeeeeah!)
  10. Shouts
  11. Intro (Alt)
  12. Wild
  13. Take Notice [Feat. Guilty Simpson]
  14. Shouts (Alt)

Disc 2

  1. Let’s Take It Back (Instrumental)
  2. Reckless Driving (Instrumental)
  3. Nothing Like This (Instrumental)
  4. The $ (Instrumental)
  5. Make’em NV (Instrumental)
  6. Crushin’ (Instrumental)
  7. Intro (Alt) (Instrumental)
  8. Wild (Instrumental)
  9. Take Notice (Instrumental)
  10. Shouts (Alt) (Instrumental)

Beatz

All tracks produced by J Dilla

The following two tabs change content below.

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
FugeesBluntedOnReality.jpg