Goodfella Mike G – Time To Make Da Pasta

Voto: 3 | Reviewed by Dr. What?

Tra gli immigrati siciliani negli USA, c’è anche chi si è dato parecchio da fare in maniera legale (concedetemi la battuta, essendo siciliano anch’io): c’è chi si è aperto un ristorante, chi fa il barbiere, chi possiede un panificio e chi ha mandato i propri figli a vincere le mic session in giro per Manhattan. Tra questi ultimi c’è appunto Goodfella Mike G, che dopo aver vinto il demo contest allo Strecht Armstrong show di Bobbito Garcia, si è preso anche la soddisfazione di spaccare tutto al WKCR Live (1995), guadagnando così le attenzioni del producer G-Clef, affiliato Wu-Tang. Da allora per il nostro Mike si sono aperti nuovi orizzonti: dopo una stilosissima partecipazione sull’album dei Soul Kid Klik (“Mortal Kombat”), è arrivato tanto materiale per lui da babbo G-Clef, un singolo (“Strictly Dago”) e subito l’album nel ’96.

“Time To Make Da Pasta”: cinquanta minutini di umoristico mafioso style arricchito da chicche degne della più vera (e pericolosa) Cosa Nostra! La traccia migliore dell’album è sicuramente quella appena citata, dove gli innumerevoli riferimenti ai boss siculi sono perfettamente incastrati sulla stupenda alchimia di tradizioni musicali creata da G-Clef, dato che gli sporchi bassi newyorkesi incontrano i nostri mandolino e fisarmonica per un risultato che non t’aspetti. Intrigante anche “Fredo’s Dead”, che racconta la missione di due picciotti con finale a sorpresa; non male, poi, “Echoes Of An Era”, con l’esilarante dialogo tra Goodfella e Don Pelligroso (G-Clef) a evidenziare ed esaltare gli stereotipi dell’onore e del rispetto, tipici della cultura di casa nostra.

Tra le note negative, invece, devo per forza segnalare la corta durata del disco, che tra le tredici tracce presenta una strumentale, due remix e uno skit, più qualche produzione un po’ troppo incolore che potrebbe rendere l’ascolto un po’ sonnacchioso. Che ci crediate o no, però, Mike G e il suo mafioso style hanno fatto davvero scuola: Kool G Rap, RZA, Meth, KP e Shabazz l’hanno trovato fortissimo, mentre Ghostface Killah lo voleva direttamente sul suo “Ironman”, ma alla fine ahilui non se n’è fatto più niente. L’album del nostro non ha di conseguenza avuto particolare successo e oggi è difficilissimo, se non impossibile, reperirlo; ma, da buon conterraneo, Goodfella se ne sbatte e risponde a modo suo: ofancuuul!

Tracklist

Goodfella Mike G – Time To Make Da Pasta (Soul Kid 1996)

  1. Wiseguyz [Feat. G-Clef]
  2. Fredo’s Dead (Death Mass Remix)
  3. Dark With The Art [Feat. Spinbad]
  4. Echoes Of An Era [Feat. G-Clef]
  5. Strictly Dago
  6. Two Guinnies With Soul (Remix) [Feat. G-Clef]
  7. If It Feels Right [Feat. Skinslaya]
  8. Give Me The Order (finale skit) [Feat. G-Clef]
  9. Two Guinnies With Soul (Force MD Mix) [Feat. G-Clef]
  10. Fredo’s Dead (Guidxploitation Mix) [Feat. G-Clef]
  11. Looking For Mr. Goodfella [Feat. Skinslaya]
  12. Strictly Dago (instrumental)
  13. Club Goodfella

Beatz

All tracks produced by G-Clef

The following two tabs change content below.

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
FugeesBluntedOnReality.jpg