Esoteric – Saving Seamus Ryan

Voto: 3,5

Tra i rapper senza dubbio più prolifici del momento, Esoteric ha tanti progetti per la testa e, nonostante la mole di lavoro, riesce a mantenere la necessaria freschezza per riuscire a portarli tutti a termine senza buttare sul mercato prodotti di scarso valore, centrando quindi l’obbiettivo di abbinare la qualità alla quantità. Con “Saving Seamus Ryan” l’mc di Boston propone un concept album, una storia, un film, dove le tracce sono collegate l’una all’altra da un unico filo conduttore, ispirato, come il rapper ha chiarito prima di lanciare il prodotto sul mercato, a un suo sogno di qualche anno addietro. La missione, che nel gioco di parole del titolo rimanda al film “Salvate il soldato Ryan” (ovvero “Saving Private Ryan”), è appunto quella di salvare la vita di Seamus Ryan, vero nome di Esoteric, cercando di capire perché, in quel particolare momento della sua esistenza, va tutto storto.

Gli argomenti trattati vanno dalla morte del suo amato cane, raccontata nella seconda parte della prima traccia, “Goodbye”, all’oscuro viaggio di “The Darkest Park” attraverso una zona malfamata dove uno dei personaggi di “Punks Shoot & Steal”, tale Beanie Macko, ruba al protagonista l’anello che lo stesso aveva comprato per la fidanzata, giusto per salvare un rapporto che sta per andare alla deriva. Proseguendo coi brani si trovano migliaia di collegamenti tra una situazione e l’altra, proprio come fosse un libro: Esoteric finisce in ospedale in seguito a un colpo di pistola infertogli dal medesimo ladro dell’anello, quindi premedita la vendetta personale e nel frattempo si prende un altro cane; e qui ci fermiamo, perché il susseguirsi di episodi va goduto col giusto numero di anticipazioni, pena la perdita d’interesse nell’ascolto dell’album.

L’originalità dell’idea, che magari non è la prima in assoluto in ambito Hip-Hop, è sia la croce che la delizia del disco: da una parte vien voglia di ascoltarlo molte volte di seguito per non perdere il filo conduttore, specialmente per chi, come noi, non può capirlo al primo colpo per chiare difficoltà linguistiche; dall’altra il continuo alternarsi di spezzoni parlati e alcune trovate bizzarre (Esoteric parla con vari campioni della voce di Harrison Ford, che impersona il suo manager…), sono elementi di cui ci si stanca presto, messi lì a legare le tracce ma finendo anche per interromperle troppo di continuo.

La produzione è, come al solito, ricchissima a livello di sample e di break provenienti da ogni dove, fanno capolino ancora i fumetti (“Selling Spidey”) e Gary Numan, Esoteric si fa carico della maggior parte del lavoro facendosi affiancare dal fido 7L e da DC The Midi Alien, già presente sul più che buono “Prison Planet” degli East Coast Avengers; il risultato ottenuto sembra ottimale nella prima parte, ad esempio nelle belle basi pese di “Studio Time” e “I Need A Dope Beat”, tende quindi a una lieve discesa di creatività mentre ci si avvia alla conclusione, quando ci si accorge che un paio di spunti si sono già sentiti altrove.

Un buon lavoro, originale nel concetto e a tratti davvero interessante, il quale – pur cadendo distante dalla genialità di “Esoteric Vs. Japan” – testimonia l’audacia di un rapper che ama quello che fa, non manca mai di omaggiare la vecchia scuola e col tempo è diventato pure un ottimo produttore, continuando a sfidare la mediocrità del mercato odierno restando in una nicchia a sé stante.

Tracklist

Esoteric – Saving Seamus Ryan (Fly Casual Records 2009)

  1. Studio Time/Goodbye
  2. The Darkest Park
  3. Punks Shoot & Steal
  4. Plotting My Revenge
  5. Mass General/Macko’s Angle [Feat. Blacastan and Main Flow]
  6. I Need A Dope Beat
  7. Bar Thief
  8. I Rap Too Much
  9. Modern Love (In Boston) [Feat. K-Flay]
  10. Ace’s Take [Feat. Masta Ace]
  11. No Features
  12. Hold On [Feat. Qwill]
  13. Selling Spidey
  14. Take Him To The Bridge
  15. The King Is The Dog
  16. Chocolate Popcorn
  17. The Wrong Attitude
  18. My Audition
  19. The Good Fight
  20. Back To The Lab

Beatz

  • Esoteric: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 11, 13, 15, 16, 18, 19
  • 7L: 10, 20
  • DC The Midi Alien: 12, 14, 17

Scratch

All scratches by 7L except on track #17 by DC The Midi Alien

The following two tabs change content below.
Mistadave

Mistadave

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
FugeesBluntedOnReality.jpg