Dj Lord Ron – Environmental Shape Sounds Of

Voto: 4 +

Ascoltare “Environmental Shape Sounds Of” è come fare un salto nel passato, come catapultarsi istantaneamente nella golden age newyorkese di fine anni ’80, quando quella cultura a noi tanto cara cominciava ad assumere la forma cui siamo oramai abituati, quell’epoca fatta di basi musicali scarne e sminuzzate, ma dannatamente calde e dal mood inconfondibile, che ancora oggi fanno venire i brividi. Dj Lord Ron nasce in California, ma si trasferisce immediatamente nella east coast, dove inizia a seguire e apprezzare il sound della costa destra inoltrandosi immediatamente negli ambienti più undergound della scena, nel terreno fertile dominato da gente del calibro di Gang Starr o Erik B & Rakim. “Environmental…” non è il suo primo prodotto ufficiale, ma è senz’altro il primo accessibile a un’ampia fetta di mercato; per l’occasione il nostro si cimenta, chiaramente, nella totale produzione delle basi musicali e lo fa avvalendosi di campioni tagliati sapientemente, casse e rullanti potentissimi e scratch disseminati un po’ qua e un po’ là, che contribuiscono al ricordo di veri maestri quali Grandmaster Flash, Kool Herc e compagnia bella – non senza suscitare quella giusta dose di malinconia.

L’insieme ricorda un po’ i primi breakbeat e il modo in cui questi venivano poi abbinati ai loop campionati dai vinili, superando una concezione dell’Hip-Hop legata al solo aspetto live, ai party insomma. Va da sé che il percorso a ritroso di Dj Lord Ron debba passare attraverso il secondo elemento caratterizzante il genere in questione, ovvero il Rap: da questo punto di vista abbiamo di fronte un vero e proprio omaggio a New York e il fatto che la quasi totalità degli mc’s che si alternano al microfono abbiano la medesima origine geografica, la Grande Mela appunto, è il segnale di una gestazione appassionata e ricca di amore per la cultura cui si appartiene. John Robinson, C-Rayz Walz, Triple Ace e tutti i rapper più o meno noti che qui si alternano lo fanno in maniera egregia, senza scostarsi, complessivamente, da un più che buon livello medio. Tra tutte le tracce meritano un ascolto prolungato e ripetuto proprio “Concrete Bars”, con un sempre più incredibile C-Rayz, “The Touch”, affidata a John Robinson, e la posse “It’s Da R.C.P.”, sentito inno al Bronx.

Io ho effettuato l’acquisto immediato del disco dopo il primo ascolto, mi sento perciò in dovere di dire che ciascun amante dell’Hip-Hop nella sua forma più classica e pura dovrebbe farsi tentare dal nostro Ron.

Tracklist

Dj Lord Ron – Environmental Shape Sounds Of (String Note Recordings 2010)

  1. Reality Dreamin’ With DJ Lord Ron (Intro)
  2. Concrete Bars (Echo Park Beat Street N2 Da Future) [Feat. C Rayz Walz]
  3. The Dream [Feat. Lil Dap and Young Luchiano]
  4. Nocturnal Snakes [Feat. Wildelux]
  5. One By One [Feat. HumanBeings]
  6. The Finest [Feat. NC Abram]
  7. The Touch [Feat. John Robinson]
  8. City To City [Feat. Triple Ace]
  9. Akil The MC (I Guess That’s Me) [Feat. Akil The MC]
  10. Art Talkin’ With DJ Lord Ron
  11. It’s Da R.C.P. [Feat. Da Lyrical Dj Killa Kal, Mad Man Da God, Klu Shiesty, C Rayz Walz and Kassius Kakes]
  12. Ladies Come, Ladies Go [Feat. Destruct]
  13. Fire Water [Feat. Yeski]
  14. The System [Feat. NC Abram]
  15. 1, 2, Thiz Iz 4U (Brooklyn Niguhz) [Feat. Lil Dap and Young Luchiano]
  16. Scratch Outro With DJ Lord Ron (Dedicated 2 DJ Kool Herc, DJ Afrika Bambaataa & DJ Grandmaster Flash)

Beatz

All tracks produced by Dj Lord Ron except tracks #1 and #10 by Rezin

The following two tabs change content below.

Cazza

Ultimi post di Cazza (vedi tutti)

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
FugeesBluntedOnReality.jpg